Irritazione da pannolino?

Gentile Dottoressa,

circa tre settimane fa ho cambiato per qualche giorno il tipo di pannolino che usa mio figlio, non avendo trovato al supermercato quello che uso abitualmente.  Dopo qualche giorno ho notato tre o quattro piccole chiazze rossastre(come bollicine fitte) tra la schiena e il sederino. Ho pensato si trattasse di una sensibilizzazione dovuta al pannolino, così sono corsa a comprare quello che usa abitualmente, stavolta trovandolo.

Tuttavia, pur mettendo tutti i giorni la crema all’ossido di zinco nella zona interessata, la pelledel bimbo è rimasta ruvida su quelle chiazze (anche se non è rossa). L’assistente del pediatra mi ha consigliato di provare con il gentalin, ma ancora non l’ho fatto. Non mi sembra gli provochi dolore al tatto, ma credo a questo punto si tratti di un fungo, visto che non vuole sapere di andarsene.

Urge la visita da un dermatologo?

È possibile che si tratti di chiazze eczematose se il bimbo tende ad avere una costituzione atopica, oppure di semplice sudamina o, perché no, di irritazione o allergia da sfregamento: impossibile stabilirlo senza vedere. L’ipotesi che si tratti di un fungo è plausibile ma anche in questo caso non posso esserti utile.

Credo comunque difficile l’ipotesi di una infezione batterica con necessità di utilizzare una pomata antibiotica. Io non so se una visita dermatologica sia strettamente necessaria, però certoè che io, senza vedere il bimbo, proprio non posso pronunciarmi.

Se la dermatite è di tipo asciutto e non vi sono secrezioni, l’unico suggerimento – per la verità poco scientifico – che posso darti è quello di applicare su unapiccola zona interessata e non su tutte le chiazze un velo di crema a base di cortisone: se in quel punto la dermatite regredisce la componente allergica è sicura mentre se non regredisce o se addirittura peggiora, la probabilità che si tratti di un fungo o di una infezione batterica è più plausibile.

Un caro saluto, Daniela