Ipotermia !?

0
812

Buongiorno Dottoressa, le scrivo per un parere su mia figlia di 9 mesi. Domenica sera febbre oltre i 38.4 e le ho dato supposta da 125 di tachipirina così anche lunedì pomeriggio e martedì invece le ho dato nurofen. Il pediatra l ha visitata e ha otite ( 2. Volta in 15 giorni! Ha iniziato il nido!) e le ha prescritto amoxicillina (3.6 ml per 3 volte al giorno) le do la prima somministrazione martedì sera a mezzanotte , all una era fredda e aveva 35 di temperatura. Ore 4: 38.8 le ho dato tachipirina. Poi alle 8 e alle 16 l antibiotico (mercoledì) e non ha più avuto febbre. Ieri sera (mercoledì) a mezzanotte antibiotico e di nuovo all una 35 di temperatura fino ad arrivare a 33.9 . Era gelida con guance e petto freddissimi sebbene la doppia coperta e in casa fosse caldo. Ho continuato a misurarla fino a che è salita a 35. Stamattina ha 36. Ma secondo lei cosa e’ successo? E se non me ne fossi accorta la situazione avrebbe potuto degenerare? La ringrazio infinitamente



E’ successo semplicemente che alla piccola sono stati somministrati troppi antipiretici che hanno continuato il loro effetto anche dopo che aveva sfebbrato, cioè quando non servivano. Ho avuto modo di ripeterlo molte volte: la febbre, nei bambini, non deve preoccupare: se, infatti, è un sintomo di qualcosa che non va – di solito una infezione in corso – è anche la prima difesa che l’organismo ha contro virus e batteri. Per di più, quando si tratta di infezioni virali, la temperatura, spesso e volentieri si comporta in modo capriccioso, con veloci impennate seguite da altrettanto repentine diminuzioni spontanee nel giro di pochissime ore. Quando si somministra un antipiretico che ha una durata media di effetto di 4-8 ore, è, quindi, molto facile che la sua azione perduri oltre il necessario, quando la febbre è già scomparsa spontaneamente. L’organismo umano ha dei perfetti meccanismi di autoregolazione della temperatura ai quali bisognerebbe dare maggior fiducia. Quindi questa fiducia unita all’interpretazione della febbre come meccanismo benefico e non preoccupante, dovrebbero indurre molte mamme troppo “interventiste” o ansiose a contare almeno fino a 10.000 prima di mettere mano ad un antipiretico. Questa esperienza appena vissuta ti aiuterà, in futuro, a cambiare atteggiamento.

Vota questo articolo