Infezione fungina nelle parti intime


Gentile dottoressa,

la mia bambina di un mese e mezzo possiede un’infezione fungina alle parti intime, che interessa vagina e culetto e si presenta come un’irritazione rossastra molto ruvida al tatto. Le è stata diagnosticata ieri dal pediatra, il quale ha suggerito l’utilizzo di Pevaril Latte due volte al dì, di cambiare spesso il pannolino e di cercare di mantenere l’ambiente il più asciutto possibile.

Ho pensato di lasciare la piccola senza pannolino per almeno una mezz’ora al giorno, per eliminare l’umidità.

Quando le cambio il pannolino, devo lavarla solo con acqua o con un detergente specifico? Posso usare la pomata all’ossido di zinco dopo il lavaggio o interferisce con l’antimicotico? Dopo quanti giorni dovrei vedere dei miglioramenti?

Grazie per le preziose informazioni,
una mamma preoccupata

Sulla pelle  irritata non è molto indicato il contatto frequente con l’acqua. Pertanto lo limiterei al bagnetto quotidiano. Le altre volte puoi pulire la bimba localmente alternando pevaryl latte con un altro latte detergente emolliente. Quando la laverai con pevaryl latte potrai mettere un po di pevaryl crema prima di rimettere il pannolino pulito e quando la laverai con un altro latte detergente o un olio detergente, potrai applicare una pomata all’ossido di zinco come il trofo 5 o altra per ridurre l’arrossamento.

Supponendo che la bimba debba essere cambiata ad ogni poppata, infatti, sarebbe troppo applicare sei volte o quasi il pevaryl, che sia latte o che sia crema, quindi potrai alternare il pevaryl latte più crema con altro latte detergente più crema all’ossido di zinco in modo che il latte detergente antimicotico sia usato due o tre volte al giorno come la crema e la pomata all’ossido di zinco tre o quattro volte al giorno. I miglioramenti si hanno dopo un giorno o due se la terapia è giusta.

Però devi controllare se la bimba ha candida in bocca o, in caso di allattamento materno, se l’hai tu sul capezzolo e in questo caso dovresti utilizzare il mycostatyn soluzione orale sia in bocca alla bimba che sul tuo capezzolo. La candida, di solito, colonizza la cute della madre, viene ingerita dal bambino che succhia al seno, passa nell’intestino che colonizza e viene eliminata con le feci del bimbo. Questa è la via principale: più difficile è una contaminazione diretta della pelle.

Un caro saluto, Daniela


Condividi se ti è piaciuto!

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.