Improvviso soffocamento, possibile reflusso? 2


Gentilissima dottoressa,

ho una bambina di 3 mesi ed una settimana, la allatto al seno e completo con latte artificiale; l’altro giorno era sveglia nel lettino e tutto ad un tratto è diventata totalmente rossa in viso e dimenava gambe e braccia perché non riusciva a respirare; fortunatamente ero lì vicino e l’ho presa subito in braccio, ma non passandole l’ho messa a testa in giù dandole dei colpi fra le scapole, a quel punto si è ripresa. Aveva solo un po’ di saliva che le usciva dalla bocca, niente latte, ma era chiaro che qualcosa le fosse andato di traverso. Stasera invece stavo per metterla a letto e a cominciato a tossire, subito dopo le è uscito un po’ di latte dal nasino.. da quando ha due mesi produce tanta saliva ma non ha avuto molti episodi di rigurgito, secondo lei potrebbe trattarsi di un problema di reflusso? Di notte non dormo più per sorvegliarla, ho paura che soffochi.. quando era più piccola si buttava spesso all’indietro inarcano la schiena, ma non ha mai avuto questo tipo di problemi e soprattutto ora non lo fa più.
La ringrazio in anticipo per il cortese riscontro.

Potrebbe essere reflusso, certamente. Si sa, inoltre, che l’esofagite da reflusso è responsabile della produzione riflessa di una abbondante quantità di saliva, meccanismo che il bambino attua proprio per diluire i suoi succhi gastrici e renderli meno irritanti a livello della mucosa dell’esofago. Nel tuo caso mi chiedo se sia veramente necessario dare una aggiunta di latte artificiale dopo le poppate al seno: in caso di reflusso si consiglia, infatti, di ridurre la quantità di latte ad ogni poppata moltiplicando, eventualmente, il numero proprio per non dilatare troppo lo stomaco e cercare così di ridurre i reflussi sia in frequenza che in quantità. Se la quantità di latte che riesci a dare alla bimba ad ogni poppata raggiunge o supera la metà di quanto dovrebbe teoricamente prendere, prova a non dare aggiunte e ad aumentare a 7 o 8 il numero delle poppate al seno, oppure semplicemente riduci la quantità dell’aggiunta e arricchiscila con amido di riso o di mais per addensarla e attua tutto quanto consigliato in caso di reflusso – materasso rialzato, piccola pausa a metà poppata per favorire lo svuotamento gastrico, almeno 15 minuti in posizione verticale o prona dopo la poppata prima di sdraiare la piccola e quanto già detto riguardo la quantità e la composizione delle poppate.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone