Il vaccino può interferire con una cura in corso?

 

Mi scusi dottoressa,

le volevo chiedere riguardo al vaccino per la varicella: mio figlio in seguito a un trauma all’occhio ha praticato terapia con ciclolux per sei giorni che, terapia finita il lunedì 6 e con xanternet che finirà venerdì 10, il vaccino dovrebbe essere fatto il 14. Lo può fare? come mai questo vaccino non li protegge per sempre?

 

È vero che può portare febbre alta e autismo? mi scusi per tutte queste domande ma vorrei essere sicura prima di farlo,

grazie di tutto

 

 

 

 

La terapia praticata dal tuo bimbo non interferisce minimamente con la vaccinazione. In genere, essendo i vaccini preparati con virus o batteri vivi attenuati, come quello della varicella, oppure inattivati, come quello della polio, oppure con frazioni antigeniche batteriche o virali, pur essendo in grado di stimolare una immunità efficace contro le specifiche malattie, non costituiscono uno stimolo forte e permanente come la malattia vera e hanno bisogno di alcuni richiami per fissare bene la memoria immunitaria specifica nelle cellule competenti.

 

Alla fine del ciclo di richiami stabilito, però, l’immunità diventa pressoché permanente o comunque più che soddisfacente, tanto da non necessitare di ulteriori richiami a vita salvo l’antitetanica, che va ripetuta ogni 10 anni anche da adulti.

 

Le vaccinazioni, attualmente, sono molto sicure e pressoché prive di effetti collaterali particolari. La vaccinazione antivaricella è preparata con virus attenuati ma vivi, quindi è come se si inoculasse una lieve malattia: pertanto è possibile che provochi una reazione febbrile, come può avvenire per il vaccino anti morbillo, parotite e rosolia, anch’esso preparato con virus vivi attenuati.

 

Di solito, però, le reazioni febbrili non sono violente e non sono prolungate e non vanno temute. Per quanto riguarda il pericolo dell’autismo: è un allarmismo deleterio e infondato che è stato ormai smentito da tutti gli studi più accreditati e scientificamente condotti da parte di scienziati di tutto il mondo.

 

Pertanto bisogna ribadire a caratteri cubitali che si tratta di un dubbio assolutamente smentito dai fatti e dalle statistiche e di un timore che deve essere assolutamente sradicato dalla mente delle persone.

 

Un caro saluto, Daniela

Condividi
Articolo precedente8 aprile
Articolo successivoZoppica dopo aver avuto la febbre
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.