Il diabete infantile

Gentile dottoressa,
Le scrivi perché ho un dubbio. 
Ho saputo adesso che un bimbo di 4 anni del mio paese è stato ricoverato per diabete infantile e che il campanello d’allarme è stato l’aumento della richiesta del bere
Mio figlio ha due anni, pesa 14 kg ed è molto alto, veste tre anni e mezzo. È un bambino allegro, vivace, sempre in movimento, ama andare al nido, è molto socievole. Ma beve tantissimo, da sempre. Si berrà due litri d’acqua al giorno, poi va molto a periodi, ci sono momenti in cui appunto beve due litri, altri momenti in chi beve normale. Bevendo tanto fa molta pipì, porta ancora il pannolino. Ha sempre avuto un buon appetito, anche se adesso ha mollato parecchio.
La pediatra dice che per lei non presenta nessun sintomi del bambino diabetico e non viole fare nessuna analisi.
Lei cosa ne pensa?
I sintomi ci sono o è semplicemente un bambino che beve molto, da sempre?
La ringrazio
Cinzia



Il diabete infantile, cioè di tipo 1 da carenza di insulina, può manifestarsi dopo un periodo anche lungo di latenza, cioè di assenza di sintomi, ma quando la glicemia raggiunge valori molto alti, i reni cercano di eliminare lo zucchero presente in eccesso nel sangue e inizia la perdita di zuccheri con le urine, cioè la glicosuria. Per eliminare tutto questo zucchero in eccesso i reni tendono a produrre molta urina. Di conseguenza il bambino perde liquidi, si disidrata e inizia la sete eccessiva e patologica. Il bambino diabetico, inoltre, non riuscendo ad utilizzare l’energia che proviene dagli zuccheri alimentari, tende ad avere più fame del normale ma nonostante mangi di più dimagrisce e soprattutto le sue masse muscolari perdono il tono e la consistenza. Con il tempo cambia carattere: da vivace e iperattivo diventa triste, apatico e sonnolento, perde interesse nelle cose , nei giochi e negli studi quando è già grandicello e, se tutti questi sintomi non sono stati sufficienti per accendere un campanello di allarme, la situazione precipita, la glicemia aumenta, il bimbo urina sempre di più, beve sempre di più, si disidrata, va in acidosi, cioè produce acetone, il suo alito assume un odore caratteristico di frutta marcia, inizia uno stato tossico con vomito, anoressia, nausea, sonnolenza e tutto questo è l’anticamera di complicazioni maggiori che possono arrivare fino al come diabetico se i sintomi non vengono adeguatamente inquadrati in tempo. Pertanto, se il tuo bimbo è sempre vivace e allegro, non tende a perdere peso e ad avere una muscolatura flaccida, urina molto perché, per sua natura beve molto (forse suda molto, specialmente di notte, oppure mangia cibi salati oppure troppo asciutti cioè con poca frutta e verdure) il solo fatto che beva molto non indica per forza un disturbo glicemico. Per il peso del tuo bimbo, egli dovrebbe bere circa 1200 cc al giorno in condizioni normali, cioè senza una eccessiva sudorazione, una alimentazione scorretta o altro. A volte i bambini tendono ad assumere liquidi come momento consolatorio, oppure quando respirano a bocca aperta per un problema alle adenoidi. In ogni caso, un semplice esame delle urine non costa nulla e non implica nessun disagio per il bimbo. Esso darebbe indicazioni anche sulla densità delle urine in quanto urine con una densità, cioè un peso specifico particolarmente basso in un bambino che presenta una sete anomala potrebbero essere la spia di un diabete insipido, cioè dui una anomalia ipofisaria che comporta la carenza dell’ormone antidiuretico e, di conseguenza, una eccessiva produzione di urine con conseguente disidratazione e sete continua. Ma penso che la tua pediatra abbia adeguatamente valutato anche questa eventualità. Per di più, in questo caso, la quantità di liquidi ingeriti sarebbe maggiore e decisamente sospetta e soprattutto costante, mentre tu mi dici che il bimbo non beve sempre nello stesso modo e non ha sempre la stessa sete. Controlla che non mangi troppo salato o anche, al contrario, troppi dolci, indipendentemente dal diabete che penso non abbia.