Ha sempre fame: sintomo di diabete?

Gentile dottoressa,

vorrei un chiarimento su un dubbio riguardo la mia bambina di due anni e mezzo. Dopo una brutta gastroenterite durata una settimana, si è prontamente ripresa, manifestando anzi un appetito che mi sembra addirittura esagerato. È sempre stata una buona forchetta, ma negli ultimi giorni ripete continuamente di avere fame, sia a casa sia all’asilo. Questo, unito al fatto che ha anche molta sete e che i suoi pannolini sono spesso zuppi di pipì, ha insinuato in me il dubbio che potesse trattarsi di diabete. L’esame delle urine, tuttavia, presenta tutti i valori nella norma. Questo può bastare ad escludere l’ipotesi del diabete? Le faccio presente inoltre che la notte la sento a volte lamentarsi nel sonno e non capisco cosa possa avere.
Grazie per la sua disponibilità.

La fame, di per sé, non è un indice di diabete: è possibile che la bimba stia attraversando un periodo di forte crescita che le comporta maggiori esigenze nutrizionali così come è possibile che senta la necessità di recuperare le energie perdute in corso di gastroenterite, periodo durante il quale si sarà senz’atro alimentata di meno.

Non mi precisi il tipo di alimentazione che sta seguendo la piccola né se è normopeso, sottopeso o in sovrappeso, però quello che posso consigliarti è di fare fronte alle mutate esigenze nutrizionali della bimba mantenendo sempre un corretto equilibrio tra gli alimenti, cioè, se un più accentuato stimolo della fame la porta a richiedere di mangiare di più, quantomeno che si alimenti ad orario, senza eccedere in dolcetti, zuccheri vari o cibi troppo grassi ma che la sua fame sia soddisfatta aumentando un po’ la pasta, la carne e soprattutto le verdure nei pasti principali.

Mantieni sempre 5 pasti al giorno dando importanza ad una buona colazione mattutina, non trascurando lo spuntino a metà mattina e la merenda pomeridiana, abbonda in verdure e, anche se con maggiore moderazione, in frutta fresca di stagione, mantieni i giusti rapporti fra cereali, cioè pane e pasta e alimenti prevalentemente proteici come carne, pesce, uova, formaggi, cioè se aumenti un pochino i cereali fai altrettanto con la carne, ma evita assunzioni indiscriminate di cibi poco ragionevoli come dolci vari e fuori pasto di dubbia composizione.

La sete può essere una conseguenza di una eccessiva introduzione di cibi salati o proteici o dolci, cioè di errori alimentari e non è detto che i lamenti nel sonno non dipendano anch’essi da una alimentazione poco regolare. Valuta anche l’eventualità che la piccola stia attraversando un periodo ansioso per un motivo qualsiasi. Ovviamente, se la bimba, oltre che mangiare di più, beve anche molto, la diuresi sarà anch’essa maggiore, proporzionalmente ai liquidi introdotti.

Un caro saluto, Daniela