Ha paura di tutto: come rassicurarlo

 

Salve,

sono una mamma di un bimbo di 4 anni e mezzo che, da un paio di mesi, ha paura di tutto.

La mattina quando lo porto a scuola, comincia a piangere appena entra in classe; io gli ho chiesto se non voleva andare più in quella scuola, che se le maestre lo sgridavano, lo iscrivevo ad un’altra, ma lui mi ha detto che gli piace quella e vuole andare lì, e che le maestre sono brave.

A casa invece, quando arriva la sera non vuole andare in bagno solo perché ha paura, non vuole dormire solo perché ha paura. Gli lascio anche la luce accesa.

Prima dormiva tutta la notte senza problemi, ora invece si sveglia piangendo perché ha paura e si riaddormenta solo se siamo vicino a lui.

Ultimamente evito anche di sgridarlo quando fa qualcosa che non deve fare, apposta per evitare il tutto, ma vedo che neanche così riesco a rassicurarlo.

Tutto ciò è iniziato 3 mesi dopo che avevo cominciato a lavorare (ho lavorato anche quando era più piccolo, ora non lavoro e sono a casa con lui).

Mi dia un consiglio su come devo comportarmi e come fare per cercare di fargli passare le sue paure e i pianti improvvisi che ha.

Grazie tanto

Parla molto con il tuo bimbo, fallo parlare, fatti spiegare ogni volta di cosa ha paura, fallo disegnare, anzi, disegnate assieme le cose che lui preferisce, chiedi alle maestre se, per caso, leggono delle fiabe paurose in classe o fanno dei giochi paurosi; controlla che non guardi troppa televisione, oppure dei cartoni di lotta o di battaglie varie o di mostri, avventure nelle quali facilmente a questa età i bambini possono immedesimarsi per incapacità di separare il virtuale dal reale.

Fatti raccontare i suoi sogni, se li ricorda. Ascoltalo sempre con pazienza e a lungo, gioca con lui e tranquillizzalo quando è l’ora di dormire. Abitualo a leggergli una favola serena con una storia semplice a lieto fine, oppure inventatela: magari avventure comiche, ma non paurose e sempre a lieto fine.

Nelle storie che ascolta enfatizza il lieto fine più che i momenti paurosi. Le paure sono normali nei bambini in crescita, non bisogna negarle, ma accompagnare i bambini lungo il percorso della loro elaborazione. Il bambino non deve credere in un mondo idilliaco senza ostacoli, senza misteri, senza pericoli; deve, invece, prendere coscienza che tutto questo esiste, ma anche che lui è e sarà sempre perfettamente  in grado di farvi fronte e che il bene vincerà sempre sul male.

Pazienza se la realtà, col tempo, gli si rivelerà diversa, ma per lo meno avrà nel frattempo avuto modo di costruirsi una sua sicurezza interiore che gli permetterà di non guardare alle difficoltà come ad ostacoli insormontabili. Favorisci, inoltre, tutto quello che può rinforzare la sua autostima lodandolo ed incoraggiandolo ogni volta che fa qualcosa di buono o che supera un ostacolo.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone