Fluoro per i dentini

0
84

 

Buongiorno dottoressa,

ho un bimbo di due mesi e mezzo, che assume regolarmente goccine per la retina dell’occhio e vitamine DK, consigliate alla dimissione dall’ospedale. Ultimamente ho visto diverse pubblicità riguardanti le gocce di fluoro per la formazione dei dentini, che in realtà avrei già potuto assumere io in gravidanza.

Il mio pediatra è molto tradizionalista pertanto me le ha sconsigliate, o meglio, non me le ha consigliate. Lei cosa ne pensa? è a favore della somministrazione delle gocce di fluoro? Portano controindicazioni?

La ringrazio anticipatamente per la cortesia, saluti Ida

L’opportunità o meno di somministrare fluoro ad un lattante dipende da alcune situazioni. Diciamo che il fluoro dovrebbe essere iniziato in gravidanza in quantità di 1 mg al giorno e proseguito al lattante con la seguente posologia: fino a 10 kg di peso, 0,25 mg al dì, poi 0,50 fino a 15 chili, cioè fino a tre anni, poi 0,75 mg fino a 20 chili, poi 1 gr fino alla pubertà.

Però, se il lattante è allattato esclusivamente al seno e non assume acqua o altri liquidi al di fuori del latte, questa posologia si può seguire, altrimenti, se fosse allattato artificialmente con un latte in polvere diluito con acqua minerale naturale, se quest’acqua avesse un contenuto di fluoro inferiore o uguale a 300 microgrammi per litro, non servirebbe il fluoro fino al sesto mese, ne basterebbero 0,25 mg fino a tre anni e 0,50 fino a sei anni poi 1 gr fino alla pubertà, mentre se l’acqua bevuta avesse un contenuto di fluoro ancora superiore, cioè tra 300 e 700 microgrammi per litro, come l’acqua di Roma per intenderci, il fluoro non servirebbe fino a 3 anni, poi basterebbero 0,25 mg al giorno fino a sei anni e 0,50 mg in seguito.

Se l’acqua superasse la concentrazione di fluoro di 700 microgrammi per litro il fluoro non servirebbe mai. A questo punto è veramente difficile rispondere sulla opportunità di somministrare fluoro ad un lattante perché è necessario valutare situazione per situazione. Ma i calcoli da fare sono quelli qui esposti.

Un caro saluto, Daniela

 

Vota questo articolo