Fluoro a due anni

 

Dottoressa buongiorno,

 

io ho una bimba di 28 mesi. Da sempre prende 4 gocce di ZIMAFLUOR (0-2 anni) gocce orali per i dentini, ma vorrei sapere se è il caso di dare quelle per età superiore e a che dosaggio.

 

Grazie per la risposta.

 

 

 

 

Se la bimba beve acqua di rubinetto o comunque un’acqua non oligominerale che contiene una concentrazione di fluoro discretamente elevata, in base a tale concentrazione la somministrazione di fluoro va ridotta o addirittura sospesa.

 

Più precisamente, se un bambino beve acqua – minerale o di rubinetto – con una concentrazione di fluoro pari o leggermente inferiore a 0,3 parti per milione (0,3mg/litro), la supplementazione di fluoro è indicata in quantità di 0,25 mg una volta al giorno, cioè una pasticchetta da 0,25 mg al dì o 2 da 0,125 mg fino a tre anni e il doppio da tre a sei anni.

 

Se l’acqua bevuta dal bambino ha una concentrazione di fluoro compresa tra 0,3 e 0,7, il dosaggio verrà dimezzato e la quantità di 0,25 mg una sola volta al giorno rimarrà tale fino al sesto anno di vita senza raddoppiarla alla fine del secondo anno come da raccomandazioni standard.

 

Se la concentrazione di fluoro nell’acqua bevuta, compresa quella utilizzata per cuocere i cibi, s’intende, fosse superiore a 0,7- 1mg/litro, la supplementazione con gocce o pasticche di fluoro non sarebbe indicata. Il mio personale consiglio è quello di somministrare fluoro come profilassi solo a bambini di età compresa tra sei mesi e sei anni che bevono acqua di rubinetto o minerale con concentrazione di fluoro inferiore a 0,5-0,7mg/l massimo.

 

I bambini di Roma, per esempio, non devono assumere fluoro se bevono acqua di rubinetto così come quelli di molte altre città e regioni italiane. Per conoscere la concentrazione di fluoro dell’acqua dell’acquedotto della propria città basta informarsi presso il comune o l’ufficio di igiene e a volte tali informazioni si trovano anche su internet.

 

Oltre alla fluoroprofilassi ben condotta e non eccessiva, la prevenzione delle carie si attua con una corretta e regolare igiene orale e, al limite, dall’età scolare in poi o giù di lì, con la fluorazione dei denti attuata dal dentista periodicamente una o due volte l’anno fino alla pre pubertà.

 

Altri accorgimenti: far bere acqua al bambino dopo ogni pasto, non offrire dolciumi o alimenti vari tra i pasti e dopo essersi sciacquata la bocca, insegnare un corretto uso di dentifricio e soprattutto di spazzolino appena il bambino è in grado di utilizzarlo.

 

Un caro saluto, Daniela

Condividi
Articolo precedenteLinfonodi ingrossati
Articolo successivoNon vuole bere
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.