Farmaci per laringospasmo

Salve,

mia figlia due anni e mezzo da quando aveva 15 mesi ha sofferto periodicamente e soprattutto nei mesi invernali di episodi di laringospasmo. L’ultimo risale a qualche giorno fa, è cominciato con voce rauca senza altri sintomi, e questo per una decina di gg,  poi sabato notte la bambina ad un tratto si è svegliata e non respirava bene ed aveva 38 di febbre.

Il pediatra dopo averla visitata mi ha prescritto antibiotico augumentin per 7 gg, constatato l’infiammazione alla gola, e clenil + soluzione fisiologica per aereosol. Ho cominciato l’antibiotico da 3 gg e la stessa cosa con l’aereosol, ma da oggi la bambina presenta una tosse fastidiosa non molto secca ma direi continua che le impedisce anche di mangiare.

Volevo chiederle, è la normale evoluzione della patologia infiammatoria alla gola in seguito all’assunzione di augumentin e terapia con aereosol o bisognerebbe aggiungere ai farmaci che prende del cortisone per bocca tipo bentalan, per l’infiammazione da cui forse potrebbe dipendere la tosse? Le faccio presente che una compressina di bentelan l’ho  data l’altra notte nel corso dell’episodio di laringospasmo e poi basta… anche perché il pediatra mi ha prescritto solo antibiotico e clenil, ma la bimba non aveva qusta tosse fastidiosa come oggi. Un’ultima domanda se mi permette, mentre assume l’antibiotico posso darle delle goccine per sedare la tosse tipo SEKY o interagiscono con l’antibiotico?

La ringrazio sempre per la sua risposta

Il clenil è un cortisonico per aereosol, ma a volte può risultare irritante la somministrazione per aereosol, pertanto potrebbe essere più vantaggioso sostituire il clenil mal sopportato con il bentelan per bocca, fermo restando che quest’ultimo può essere somministrato anche per aereosol diluito con fisiologica.

In caso di tosse secca di tipo irritativo tipica delle laringotracheiti, un sedativo per la tosse si può tranquillamente dare assieme alla terapia antibiotica.

Dai molto da bere alla bimba e soprattutto falle respirare aria tiepida e satura di umidità mettendo in funzione l’umidificatore se lo hai oppure aprendo l’acqua calda in bagno, sia della vasca che della doccia in modo da saturare di vapore l’ambiente: puoi fare questo tutti i giorni o anche più volte al giorno.

Un caro saluto, Daniela