Enuresi notturna a otto anni

 

Cara dottoressa,

mio figlio ha quasi 9 anni e la notte ha un problema con la pipi, quasi sempre la mattina lo ritroviamo con il pannolino bagnato. Ho provato anche ad alzarmi per fargli fare pipi con risultati abbastanza soddisfacenti ma se una notte non mi alzo ecco di nuovo la mattina ci si trova con il pannolino bagnato.

Cosa possiamo fare? Visto che a a volte sta anche 20/30 giorni senza farla specialmente d’estate, il bambino sembra sereno dorme tranquillamente e non presenta nessun altro problema.

Grazie

C’è qualche altro membro della famiglia che ha avuto una enuresi prolungata? Ci sono problemi psicologici da indagare? Disturbi del sonno come pavor notturno, bruxismo, sonnambulismo? Il bambino è soggetto ad infezioni urinarie recidivanti?

Senza queste notizie è difficile inquadrare bene il problema. Però posso dirti due cose: primo, elimina il pannolino affinché il bimbo impari a responsabilizzarsi anche partendo dal disagio che prova sentendosi bagnato; secondo: prova a non dare da bere al bimbo almeno tre ore prima di andare a dormire (senza essere troppo rigido, comunque); fagli svuotare sempre la vescica prima di andare a dormire e, visto che l’età lo permetterebbe, consigliati con il pediatra che lo segue sulla opportunità di iniziare una terapia con ormone antidiuretico, almeno per permettere al piccolo di essere autonomo in caso di viaggio o di notti passate altrove oltre a casa sua.

L’effetto del farmaco sarà solo momentaneo e il resto verrà da una buona conduzione del problema e dall’età. Eventuali problemi psicologici andranno affrontati assieme ad uno psicologo (senso di inadeguatezza nei confronti dei coetanei, problemi in famiglia, desiderio di attirare l’attenzione di uno dei genitori, rifiuto di crescere, eccessiva timidezza, situazione stressante che sta vivendo, eccessivi rimproveri quando non si comporta bene, poca comunicazione con i genitori o quant’altro…) Insisto, però: a mio avviso il pannolino deve essere tolto.

Un caro saluto, Daniela