Emocromo in un neonato

 

Gentile Dottoressa,

 

vorrei sapere se è normale che un bimbo di pochi giorni abbia l’emocromo fuori norma. Mio figlio ha 21 giorni ed ha fatto un prelievo perché alla nascita aveva la PCR alta e quindi ha dovuto prendere l’antibiotico.

 

Dal nuovo esame del sangue, eseguito a 14 giorni, la PCR è tornata regolare, ma ci sono una serie di valori "sballati". Il mio pediatra li ha guardati e non era molto convinto, ha detto solo che a un mese di età li farà ripetere per vedere se sono ancora fuori norma.

 

I valori incriminati sono Leucociti 14.36 Eritrociti 4.26, MCV 107 MCH 37.1 Piastrine 507, Linfociti 9.21 64.1% e Monociti 1.69 11.8%. Il resto è tutto ok.

 

Può andar bene a questa giovanissima età o c’è qualcosa che non va? Il bimbo sembra crescere bene…

 

Mi scusi se sono ansiosa, ma da quando Andrea è nato è stato sottoposto a un sacco di esami per via di una possibile anomalia renale identificata in ecografia prenatale, per cui ha già fatto non so quante eco: alla fine sembra si tratti di un innocuo doppio dostretto.

 

Alla nascita non urinava e ci ha fatto spaventare, invece poi la diuresi è iniziata nella notte successiva ed è tuttora più che valida. Poi la PCR alta. Poi sembrava avesse il cloro alto, ma si è regolarizzato subito ed è stato dimesso regolarmente.

 

Ogni volta c’è sempre qualcosa che non va e io mi preoccupo, forse anche troppo. Tutti questi esami, a partire da quelli fatti in gravidanza per il rene, mi hanno causato uno stress notevole. E lui ha dovuto togliere il sangue già diverse volte da quando è nato! Per quanto sia di sicuro meglio che venga controllato, ogni volta che lo devo portare in ospedale per il prelievo mi piange il cuore.

 

Se possibile gradirei un suo parere. Grazie molte.

 

 

 

 

I risultati dell’emocromo del bimbo a due settimane di vita rientrano nei limiti di variabilità fisiologici per l’età.

 

I valori, fino ad un mese di vita, sono diversi da quelli dei bambini più grandi e da quelli degli adulti e anche la variabilità considerata fisiologica in più o in meno rispetto ad un valore medio di riferimento è più ampia.

 

Quindi, a mio parere, si possono considerare normali e non c’è motivo perché tu ti debba preoccupare. Un neonato, di solito urina dopo alcune ore dalla nascita, però, quando non gli vengono somministrati liquidi o latte artificiale in attesa della calata lattea materna e quando, per un motivo qualsiasi, viene tenuto o in incubatrice o sotto la lampada a raggi infrarossi per riscaldarsi o per effettuare analisi o prelievi, tende a disidratarsi e di conseguenza anche la diuresi si contrae: pertanto è da considerarsi normale una prima minzione anche dopo 12, 24 ore dalla nascita.

 

Spero che i medici che lo seguiranno siano ragionevoli e optino per ulteriori analisi e prelievi solo in caso di effettiva necessità.

 

Un caro saluto, Daniela