Dubbi sullo svezzamento

 

Gentile Dottoressa,

sono la mamma di un bambino di 6 mesi e mezzo. Da un mese e una settimana il bambino ha cominciato a mangiare le pappe.

La sua giornata è così suddivida:

-ore 8.30 latte artificiale 210 (ma ne lascia sempre un po’)

-ore 12.30 pappa (180 ml di brodo e 3-4 cucchiaini di verdura) farine, omo, grana, olio

-ore 16 merenda con frutta e biscotto oppure merenda di latte e biscotto oppure latte artificiale (180 ma non lo beve mai tutto)

-ore 19.30 pappa (come a pranzo).

I miei dubbi sono i seguenti: quando posso cominciare a frullare le verdure direttamente nel brodo con il frullatore ad immersione? Quanto dovrà essere in questo caso la quantità di passato da utilizzare? (Lavorando, preparo il brodo una volta in settimana e lo congelo in monodosi)

Quando può cominciare a mangiare l’omo di prosciutto cotto? Un vasetto o mezzo? A pranzo o cena?

In base alla tabella della mia pediatra dovrebbe bere almeno 400-500 ml di latte al giorno, ma lui a parte la colazione e qualche volta a merenda non ne prende altro e del resto se gli dessi tutti i pomeriggi il latte (o in seguito lo yogurt fatti i sette mesi) quando gli dovrei dare la frutta?

La ringrazio infinitamente per la Sua disponibilità.

Michela

Lo svezzamento dovrebbe iniziare verso il sesto mese con una sola minestrina o pappa seguita da una seconda dopo non meno di tre settimane, un mese. Pertanto, prima pappa a sei mesi e seconda a sette mesi. Mattina latte, materno o artificiale: se materno, quanto ne trova al seno, se artificiale, più o meno 200, 220 con due cucchiaini di biscotto oppure un cucchiaino di biscotto e uno di cereali.

A metà mattina un vasetto di frutta oppure una sessantina di grammi di frutta omogeneizzata in casa o frullata. Mezzogiorno minestrina come la stai preparando, pomeriggio latte come mattina ma meno, cioè 180 ma anche 150 oppure uno yogurt verso il settimo ottavo mese.

Di sera altro latte come mattina oppure seconda pappa se è già trascorso un mese dalla prima pappa. Facoltativo altro latte in tarda serata. L’aggiunta di formaggio alla o alle pappe permette di accettare anche una assunzione complessiva di latte inferiore ai 400, 500 gr al giorno.

Il passato di verdure può essere aggiunto al brodo vegetale dopo una quindicina di giorni dall’inizio delle pappe. La preparazione del brodo vegetale una volta alla settimana con successivo congelamento può essere fatta aggiungendo il passato di verdure al brodo vegetale filtrato in quantità di due cucchiai da minestra di verdure miste passate o frullate per porzione.

Il frullatore ad immersione potrebbe andare bene a condizione che riesca a rendere il brodo vegetale molto omogeneo e cremoso. Per mia esperienza resta granuloso ed è meglio l’omogeneizzatore o il frullatore, ma forse sono io che non sono molto esperta in elettrodomestici da cucina.

Il prosciutto, cotto o crudo che sia (meglio crudo perché di migliore qualità ma va bene anche cotto) si inizia all’ottavo mese come il pesce. Fino a quel momento, solo carne bianca di coniglio, agnello, poi tacchino e pollo oppure ricotta di mucca e formaggino ipolipidico. Verso la fine dell’ottavo mese anche il manzo e solo dopo il vitello.

Un caro saluto, Daniela

 

Condividi
Articolo precedenteAbbassamenti di voce
Articolo successivoDentizione
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.