Diluire il ranidil?


Gentile Dottoressa,

innanzitutto vorrei ringraziarla per i preziosi suggerimenti su come trattare il reflusso dei nostri piccoli. Mi sono stati di grande aiuto. Vengo ora alla questione legata al RGE di cui soffre il mio bimbo di due mesi e mezzo, 6 kg di peso: da circa un mese e mezzo, consigliata dal pediatra di famiglia, sto somministrandogli il Ranidil. 1 ml sia al mattino sia alla sera. E la situazione è decisamente migliorata.

Fin da subito, però, il momento della somministrazione si è trasformato in alcuni lunghissimi minuti di disperazione: il piccolo si contorce, piange, sbarra gli occhi, diventa tutto rosso, sembra abbia le convulsioni. Dal momento che le reazioni più esasperate avvenivano in modo particolare la sera, su suggerimento del pediatra, ho eliminato la dose serale. Come però immaginavo, il pianto inconsolabile, l’insonnia, il nervosismo, si sono immediatamente ripresentati…Ora siamo di nuovo a due somministrazioni, con tutti i benefici per il piccolo a cui non mi pare il caso di rinunciare. Ma non sopporto più di vederlo straziarsi e contorcersi in quel modo.  

Può darsi sia intollerante al farmaco? O, in caso negativo, posso almeno diluire il Ranidil, in modo da attenuarne il gusto troppo forte? E se sì, con cosa?
La ringrazio anticipatamente per la sua preziosa disponibilità. Cordiali saluti,
Daniela

 

Puoi aspirare un ml di sciroppo con una siringa piccolina da 2 ml senz’ago e introdurla poi nella bocca del bimbo lateralmente in modo che lo sciroppo non venga in contatto con le papille gustative poste sulla superficie e sui bordi anteriori della lingua, proprio come si fa quando si deve somministrare una medicina ad un gattino o ad un cagnolino.

Il bimbo la deglutirà per riflesso senza accorgersi del gusto dello sciroppo. Altrimenti dovresti mischiare lo sciroppo con un po di latte e farlo bere in qualche modo al bimbo. Vista l’età, mi sembra migliore la prima soluzione perché non potendo dare alimenti semisolidi come yogurt o budini vari è difficile mascherare il sapore dello sciroppo.

Nella peggiore delle ipotesi potresti chiedere al tuo pediatra cosa ne pensa dell’idea di sostituire il ranidil da dare 2 volte al giorno con l’omeprazolo che si da una sola volta al giorno, la mattina.

Un caro saluto, Daniela

Condividi
Articolo precedenteCresce bene?
Articolo successivoCura con il nurofen
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.