Cura per esofagite da reflusso e problemi intestinali

 

Buongiorno Dottoressa Daniela,

sono la mamma di una bambina che a maggio compirà quattro anni e che da poco più di un mese sta assumendo Omeprazin 20 mg al mattino prima di colazione e Peridon 3,5 ml al mattino e prima di cena per una esofagite da reflusso con lento svuotamento dello stomaco.

Premettendo che mia figlia fin dalla nascita ha feci caprine anche se si scarica quasi tutti i giorni (solo se passano 2/3 giorni senza andare al bagno la stimolo con un clisterino), però in quest’ultime settimane, prima di scaricarsi, ma spesso dopo che l’ha fatto, dice che gli fa "male il pancino" e indica la zona sotto l’ombelico.

Questi dolorini sono brevi (circa un minuto) ma possono durare anche ore dopo aver fatto la cacca. Inoltre attualmente si scarica tutti i giorni e la prima parte sono sempre feci caprine, mentre termina con feci normali e chiare (senape) e a volte con feci morbide, chiare e poco digerite. Volevo chiederle se può essere effetto della cura che sta facendo?

Grazie e scusi per il disturbo.

Si, in realtà questi farmaci possono dare alcuni lievi disturbi intestinali e dell’alvo, però la bimba potrebbe non svuotare completamente l’ampolla rettale quando va di corpo e le feci che vi restano, con il passare del tempo, si disidratano pian piano diventando caprine.

Così, alla successiva evacuazione, vengono emesse per prime le feci che la volta precedente erano rimaste nell’ampolla rettale e solo dopo quelle più recenti, di consistenza normale o lievemente alterata a causa della terapia.

Un’altra possibilità è che la bimba, quando si scarica, per l’ansia di finire presto la sua funzione o per motivi legati alla incompleta coordinazione tra apertura dello sfintere anale e contrazione addominale, non si libera completamente e dice di avere finito quando invece non è così (l’eliminazione del pannolino può indurre a questi comportamenti).

Potresti provare a sospendere il Peridon, che come procinetico vivacizza i tempi di svuotamento dello stomaco e favorisce anche la peristalsi intestinale e se le cose non dovessero migliorare, dovresti ridurre un po’ le verdure, magari dare un latte delattosato come lo Zymil ed eliminare tutti i cibi che possono provocare colite.

Prima dei cambiamenti dietetici, però, se l’eliminazione transitoria del Peridon non portasse nessun miglioramento, potresti sospendere per un po’ l’omeprazolo, anch’esso potenzialmente responsabile dei disturbi intestinali.

Un caro saluto, Daniela