Crescita lenta

Gent. ma Dottoressa Sannicandro,
vorrei un suo parere in merito alla crescita di mia figlia di anni 3 e 9 mesi. La bambina è nata alla 40° settimana con un peso di Kg 2750 per 50 cm di lunghezza e 33cm cc. E’ cresciuta benissimo fino al decimo mese superando anche se di poco il 50°percentile,poi ha continuato a crescere con ritmi più lenti; ad un anno kg 8,300 per 74 cm, a due kg 10,200 per 84 cm , a tre kg 12 per 92 cm (misuata per la prima volta in piedi) adesso 3 anni e 9 mesi, kg 13,600 per cm 96,5 e cc 50 cm.Vorrei chiederle se in base alla sua esperienza questi bambini come il caso di mia figlia che, nei primissi anni,crescono su percentili bassini , in realtà anche dopo la pubertà confermano gli stessi valori oppure di norma non è così?Considerando che la mamma è alta mt 1,66 e il papà mt 1,76 quale altezza potrà raggiungere la bambina? il pdf ritiene comunque la bimba nella norma e abbiamo effettuato solo l’esame per la celiachia con esito negativo, per il resto lei non è una grande mangiona ma per quasi tutto il giorno salta corre canta e va sui pattini !
Inoltre, e la ringrazio per l’attenzione, poichè in molte sue risposte lei ha parlato di bambini cosidetti “lenti maturatori” potrebbe essere questo il caso, visto (ma non so se è attinente!) che il primo dentino le è uscito a 12 mesi? E se si quali sono le caratteristiche principali?
Infine una mia amica mi ha parlato di bambini SGA, potrebbe chiarirmi meglio?
la ringrazio infinitamente per la pazienza e attendo una sua risposta
Cordiali Saluti
Mamma felice Aurora




In base ai dati che mi hai fornito si può dire che, dalla nascita ad oggi, la bimba si è mantenuta, sia per quanto riguarda il peso che l’altezza, su percentili piuttosto coerenti nel tempo, nel senso che, per quanto riguarda la sua altezza, dal 50° centile che ha mantenuto per tutto il primo anno di vita, dal secondo anno di vita in poi la sua velocità di crescita è leggermente diminuita mantenendosi, però, costante e dal secondo anno fino ad oggi, in media, si è attestata attorno al 25° centile, poco più poco meno in base alle tabelle consultate. Valori non altissimi ma nella fascia di normalità. Per quanto riguarda il peso, partendo da una situazione più svantaggiata rispetto all’altezza, il discorso sembrerebbe diverso, ma non è così. Infatti, alla nascita come per tutto il primo anno di vita, il peso della bimba si è mantenuto attorno al 20° centile, poi, dal secondo anno di vita in poi, si è collocato, salvo piccole variazioni, in media attorno al 10° centile. Cioè ha avuto, in proporzione, un andamento identico all’altezza: una velocità di crescita dimezzata dal secondo anno di vita così come si è dimezzata nello stesso periodo la sua velocità di crescita in altezza. Tracciando una curva di crescita in altezza e una curva di crescita ponderale in base ai dati forniti, si può quindi notare che esse sono del tutto parallele tra loro e, salvo il ribasso tra il primo anno e quelli successivi, sono curve parallele a quelle di normalità anche se in fasce di percentili basse. Nessuna anomalia, quindi, ma solo costituzione. Considerando questi valori e inserendoli nei dati dell’altezza dei genitori, la bimba dovrebbe raggiungere una statura media definitiva di 1,64 mt, con una variabilità in più o in meno di circa 8-9 cm. Cioè la sua statura minima possibile sarebbe di 1,58 mt e la sua statura massima possibile di 1,72mt. Le bambine magre hanno, di solito, una pubertà piuttosto ritardata, o meglio, è difficile che una bambina magra abbia una pubertà anticipata o precoce attorno ai 10,5-11 anni. Quindi credo che la tua bimba svilupperà attorno ai 13 anni. Bisogna comunque considerare i fattori familiari e l’età del tuo menarca. Tutto questo mi farebbe pensare che sarà più facile che la bimba raggiunga e superi la tua statura anziché restare più bassa di te. Di solito, poi, le femmine assomigliano ai padri, sia fisicamente che nel carattere e anche questa considerazione rende ottimisti. Per quanto riguarda la dentizione: avere il primo dentino a 12 mesi rientra nella normalità, anche se nel ritardo massimo medio. Voglio dire che è sufficiente che un bimbo abbia il suo primo dentino entro la fine del primo anno di vita per poter dire che non vi è nessun ritardo maturativo ma solo una variabilità fisiologica o costituzionale. Per dire che si tratta di una bimba che matura lentamente bisognerebbe valutare la sua età ossea per sapere se è leggermente in ritardo rispetto alla sua età anagrafica. Ma non vi sono i presupposti per questo tipo di approfondimento visto che il rallentamento della sua crescita non ha nulla di patologico, almeno fin’ora. La bimba non è nata piccola per la sua età gestazionale, cioè non è SGA in senso assoluto in quanto anche alla nascita il suo peso, non brillantissimo, era pur sempre nella fascia di normalità. Conclusione: almeno per ora, se tutto continua così, smettila di porti problemi e goditi la tua bambolina così com’è senza inutili arrovellamenti.

Condividi
Articolo precedenteIvu da Pseudomonas
Articolo successivoVaccino batterico
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.