Crescita lenta ma regolare: basta preoccuparsi

Gentilissima dott.ssa,

Le scrivo per chiedere un suo parere su mia figlia che compirà il suo decimo mese di vita il giorno 11.09.2008.

Il mio problema più grosso è il suo peso, dato che combatto con la sua inappetenza fin dalla sua nascita.

Alla nascita il suo peso era di 3.140 kg, lunghezza 49 cm, circonferenza cranica 34 cm. Alla dimissione Sofia pesava 2.970kg. Allattamento al seno per sei mesi.

Primo mese: 3.850 kg – Secondo mese 4.500 kg, 55 cm di lunghezza – Terzo mese 5.180 kg – Quarto mese 6.050 kg, 60 cm di lunghezza – Quinto mese 6.550 kg – Sesto mese e inizio svezzamento 6.850, kg 63,5 cm di lunghezza.

Svezzamento iniziato positivamente ma coinciso con l’inizio dell’allattamento artificiale, in quanto il mio latte era drasticamente esaurito perché la piccola ne prendeva molto poco, anche di mattina, dopo diverse ore di digiuno ( ha smesso di fare la poppata notturna a circa un mese di vita).

Settimo mese 7.200 kg – Ottavo mese 7.500 kg, 67 cm di lunghezza – Nono mese 7.600 kg

I problemi nel farla mangiare ci sono sempre stati anche con il latte, sia al seno che artificiale, ma tutto sommato, l’inizio dello svezzamento è andato bene. Le pappe le mangiava più o meno e i primi cucchiaini anche volentieri (per farle finire la pappa va comunque distratta e spesso non la finisce), fino a quando verso la fine di giugno, ha iniziato a mettere i dentini -in tutto ora ne ha 4 e due che stanno per spuntare- purtroppo molto sofferente e febbricitante sia per quelli sopra che per quelli sotto, faceva circa un paio di giorni senza mangiare quasi nulla e di conseguenza perdeva peso. Ora sta facendo lo stesso con gli incisivi laterali superiori.

Dopo tutta questa premessa le chiedo se l’aumento ponderale e la curva di crescita fino ad ora secondo Lei sono adeguate. La bambina inizia ora a gattonare e non cerca ancora di alzarsi. Dice più o meno mamma e papà e chiama ga-ga suo fratello Gabriele; si gira quando sente il suo nome e le canzoni che le piacciono. Batte le manine e fa una specie di ciao.

Grazie per aver avuto la pazienza di leggere e rispondere alla mia mail.

Cordiali saluti

Ilenia


La tua bimba è sempre cresciuta con molta calma ma con regolarità e i suoi percentili, anche se non brillantissimi, sono pur sempre nella piena normalità.

Io smetterei di preoccuparmi e di insistere affinché finisca proprio tutta la pappa: in fondo sei tu che stabilisci quanto dovrebbe mangiare, ma sei sicura che corrisponda esattamente sia alle sue esigenze che al suo appetito?

La bimba, pur essendo cresciuta con regolarità, ha avuto una velocità di crescita inferiore a quella di altri bambini, sicuramente per un fatto genetico e non perché ha mangiato poco.

I bambini geneticamente destinati a crescere piano hanno per forza meno appetito dei bambini geneticamente programmati per avere delle crescite sensazionali e gli schemi alimentari non possono calzare a pennello ad ogni bambino.

Lascia quindi che la bimba si alimenti come vuole e vedrai che, anche così facendo, la sua crescita sarà normalissima o comunque coerente con quella avuta finora.

Un caro saluto,

Daniela