Crescita e dubbi

Buongiorno dottoressa,

leggo sempre la sua rubrica con molto interesse, e questa volta una risposta ad un altro utente mi ha fatto sorgere un dubbio. A un messaggio qualche giorno fa lei rispondeva:

"Il bimbo sembra in assoluto molto minuto e sarebbe interessante a questo punto valutare la sua età ossea, in quanto, se corrispondesse a quella di un bimbo di un bimbo di 12, 13 mesi anziché 16, si tratterebbe soltanto di un ritardo di maturazione schelettrica, cioè di una crescita che avviene soltanto più lentamente ma comunque non patologica.
Viceversa, se l’età ossea del bimbo corrispondesse alla sua età anagrafica, bisognerebbe approfondire il problema diversamente sia in ambito endocrinologico che auxologico, nonché, come tu anticipi, genetico."

Vengo quindi al mio dubbio. Il mio secondogenito e’ piu’ piccino rispetto alle misure indicate dall’utente al quale lei ha risposto. Vede la necessita’ di approfondire con esami (es. eta’ ossea)? Le misure del bimbo sono (le do le principali):
nascita (36/37 sett. causa placenta previa) 49 cm 2.8 kg
1 anno 72,2 cm
18 mesi 78 cm
2 anni 85 cm 11.8 kg
3 anni 94 cm 14 kg
4 anni 100 cm 15.9 kg

Inoltre è sempre stato molto capoccione (95 percentile e oltre). Abbiamo fatto quando era piccolo controllo con ecografia cerebrale. Il bambino è intelligente sveglio e perfettamente in norma con l’età (anzi essendo secondogenito anche più sveglio del primo alla stessa età).
Io sono 1.60 per 54 kg, mio marito 175 (anche meno… di preciso non saprei) per 83 kg. Il mio primo figlio sempre stato alto, è più di 1.30 e non ha ancora 7 anni (sempre 97 percentile dai 18 mesi in poi).

Scusi la lungaggine e ancora grazie
Barbara

No, non ritengo che l’accrescimento staturale del tuo bimbo necessiti di approfondimenti né che debba preoccupare e questo per due motivi:

1) benché la sua altezza si sia sempre mantenuta su percentili piuttosto bassi essi, non solo sono sempre rientrati nei limiti di normalità, ma nel corso dei mesi hanno mostrato tendenza ad aumentare un poco;

2) tracciando una curva di crescita globale del bimbo essa corre parallela a quella di normalità, pertanto non si notano arresti o rallentamenti particolari o anomalie nelle modalità di crescita del bimbo che tra l’altro ha anche un peso in armonia con la sua altezza. Non ha genitori particolarmente alti e non credo che ci si debba aspettare da lui una crescita sensazionale però anche se dovesse procedere di questo passo, credo proprio che potrà raggiungere la statura del padre se non addirittura superarla. Meglio lasciar perdere i dubbi perditempo sulla sua altezza, quindi e concentrarsi maggiormente sullo sviluppo di tutte le sue, immagino, promettenti potenzialità intellettive, avvalorate anche dal suo bel capoccione!

Dall’età scolare in poi, indirizzalo verso sport che comportino corsa, salto in alto, atletica, ecc.: è possibile che questa abitudine, se diventerà tale, gli regali alcuni centimetri di statura definitiva, a condizione, però, che venga cominciata precocemente.

Un caro saluto, Daniela