Cresce poco ma è nutrita bene

 

Ho una bambina nata il 24 luglio 2009.

Taglio Cesareo alla 41 + 5 non scendeva e non ero dilatata.

Alla nascita la bambina pesava 3600 con un apgar 10. Allattamento misto, il mio latte non era abbastanza. Per i primi due mesi doppia pesata, prima le davo il seno poi l’aggiunta (Mellin 1) Ha sempre mangiato tanto ed è cresciuta bene. Poi con il terzo mese ha diminuito sensibilmente il suo apporto. Da 800/900 ml al dì è passata a 600/700. Non prendeva più l’aggiunta dopo averla attaccata, ho iniziato ad attaccarla con meno frequenta per aumentare il mio latte a poppata, poi l’ho attaccata sempre meno. Ho cambiato il latte, ora le do Nidina 1. E visto che dopo averla attaccata non prendeva più l’aggiunta, ho iniziato ad attaccarla dopo il biberon. Ho cercato di darle più poppate, lei ne faceva quattro e poi per la quinta la svegliavo. Ma aumentando le poppate non aumentate l’apporto giornaliero. E quindi sono tornata a darle cinque poppate aspettando sempre un po’ che lei mi manifestasse la fame e svegliandola di notte.

Le poppate ora sono quattro, ogni quattro/cinque ore. E la sera la sveglio verso le 23.00 per darle la quarta poppata. Le preparo il biberon da 210 ml (1 misurino ogni 30 ml) e lei non sempre lo finisce. Se si addormenta lo finisce tutto, se è sveglia è svogliata e capace che ne prenda 100, poi piano piano, non sempre, riesco a dargliene un altro poco. La mattina è abbastanza inappetente. Se le faccio il bagno prima della poppata delle 08.30 riesco a sortire risultati più soddisfacenti. Oppure le do il biberon, poi il seno, si addormenta, e poi di nuovo il biberon…

Il suo apporto giornaliero ora è tra le 650 e le 800. La attacco al seno solo quando prende poco dal biberon e non considero il mio latte come un nutrimento, ovvero non la peso prima di darglielo e non lo conto nell’apporto giornaliero. La sua crescita è stata nel terzo mese di 530 grammi. Nel quarto di 400 grammi. Ora pesa 6850 ed è lunga 69 cm circa A vederla è tutt’altro che una bambina deperita, due belle guanciotte, i buchini sulle mani e le pieghe nelle gambe. Nessuno crederebbe mai che l’ultima settimana è cresciuta solo di 30 grammi! (la settimana precedente era cresciuta di 160). Il terzo mese le ho fatto l’esame delle urine ed è risultato negativo. La bambina, esce 2 volte al giorno e dorme sempre quando è fuori.

La sera si addormenta verso le 18.30/19.00 e sono io a svegliarla alle 23.00. Poi verso le 4.00, le 5.00 del mattino fa un accenno di pianto che viene subito sedato con il ciuccio (che normalmente non vuole) e poi si sveglia verso le 07.00/07.30, ma non chiede il latte prima delle 08.00/08.30

È allegra, vispa e di buon umore.

Vorrei sapere quali sono i range della crescita per questa fase. Quanto deve crescere settimanalmente e mensilmente? inoltre alle 04.00/05.00 quando fa un timidissimo cenno di pianto devo darle da mangiare?

Grazie.

Lilia

La tua bimba sta crescendo molto bene in lunghezza e il suo peso è su un percentile leggermente inferiore rispetto all’altezza ma pur sempre nella fascia di assoluta normalità. Quindi di cosa ti preoccupi? Tra l’altro non sai nemmeno quanto latte riesci a darle e hai talmente poca fiducia nelle tue capacità di allattare che utilizzi il tuo latte non come primo latte ma come aggiunta! Troppa bilancia ti ha confuso le idee tanto che per avere più latte hai fatto esattamente il contrario di quello che avresti dovuto fare, cioè hai ridotto il numero delle poppate invece di incrementarle.

La bimba si comporta benissimo durante il giorno e se non ha appetito, o almeno non strilla disperatamente per avere latte o più latte di quanto ne prepari, vuol dire che quello che prende le basta. Tutto qui. Tra l’altro è tipico dei bambini che crescono molto in lunghezza dormire anche molto.

Peccato avere dato tanta importanza alla bilancia: con il tuo latte sarebbe forse cresciuta nello stesso modo, visto che anche con le aggiunte varie la sua crescita non si sposta più di tanto. Bisogna vedere la costituzione dei genitori: magari siete entrambi snelli e di corporatura esile e alti. La bimba deve crescere come la sua natura le suggerisce di crescere: lascia perdere gli schemi e le tabelle, tanto hai visto che lei fa come vuole e non le segue, né con la lunghezza, che va per conto suo e sta superando la media, né con il peso che va più lentamente solo perché è nella sua natura fare così.

Questo è quello che io credo. Preparale mediamente 5 pasti al giorno e se non accenna a finire le quantità che il suo peso richiederebbe, prova ad aggiungere prima mezzo poi un cucchiaino di crema di riso, poi di mais e tapioca, poi di biscotto primi mesi gradualmente ad ogni poppata e verso il quinto mese svezzala con la prima pappa. Se ne hai ancora voglia, ritorna a dare il seno prima dell’aggiunta di latte artificiale. Se non altro per un fatto di principio.

Mi piange il cuore vedere trattato il prezioso latte materno come una aggiunta, un optional! Un caro saluto, Daniela