Controllo della testa a 3 mesi ed esame neurologico

Gentilissima dottoressa,
sono mamma di un bellissimo bimbo di 3 mesi di nome Mattia.
Il giorno 3 vomitava, forse a causa di una gastroenterite, perciò io e mio marito abbiamo deciso di portarlo al pronto soccorso dove gli hanno somministrato mezza supposta di peridon verso le 23.30 ca.
Alle 13.30 del giorno dopo ha avuto delle crisi convulsive: si era irrigidito, aveva inarcato la schiena, guardava sempre in aria e gli occhi erano girati in su, uno da una parte e uno dall’altra.
Alla sera ha vomitato un’altra volta e l’abbiamo riportato al pronto soccorso e gli hanno somministrato una supposta intera verso le 23.30 circa e alle 13.30/14.00 ca del giorno dopo sempre crisi convulsive, subito dopo gli hanno fatto un’iniezione rettale di valium per calmarsi.
Hanno così deciso di ricoverarlo 4 giorni e hanno effettuato esami del sangue, visite, ed elettrocardiogramma e risulta tutto nella norma.
Ha fatto anche una visita neurologica e la dottoressa ci ha detto che non alza ancora la testa quando è a pancia in su, ma quando è a pancia in giù sì, e che è un soggetto nervoso perchè muove le gambe. Dopo la preoccupazione, io e mio marito ci siamo chiesti: "se il bimbo si muove
non va bene, se non si muove non va bene, praticamente non va bene niente!"
Ieri ci hanno fatto uscire in permesso e domani lo ricontrollano.
Il 18 deve fare nuovamente un’altra visita neurologica e fare l’elettroencefalogramma poiché ha ancora i postumi del valium.
Il giorno 4, prima delle crisi, il mio pediatra ha effettuato la visita del 3° mese ed era andata bene, infatti Mattia non ha mai avuto niente, è sempre stato bene ed è un bambino molto sveglio e attento, perciò Le chiedo, secondo il Suo punto di vista, che cos’ha il mio bimbo?
Mi devo anche preoccupare del fatto che a 3 mesi non ha ancora il controllo della testina?
La ringrazio anticipatamente della Sua risposta.
Elisa

Cara Elisa,
non ho ben capito se il piccolo ha realmente avuto delle crisi convulsive e se esse erano giustificate anche da febbre oppure si sono manifestate senza febbre: a volte anche un importante reflusso gastroesofageo dà sintomi come irrigidimento del tronco, inarcamento e occhi rigirati all’indietro: visti gli episodi di vomito e l’eeg negativo, mi chiedo se non poteva trattarsi di rigurgito o reflusso visto che non specifichi se aveva anche febbre durante queste crisi e se ha avuto anche una pur minima perdita di coscienza.
Per quanto riguarda l’esame neurologico, da come ho capito, non alza la testa mentre si tenta di portarlo dalla posizione sdraiata a quella seduta tenendolo per le manine: se così fosse avrebbe una certa ipotonia del piano anteriore, ma mi spieghi troppo poco perché io possa capirci qualcosa.
Comunque se tiene la testa dritta per vari secondi quando è seduto e sostenuto sul tronco perché non perda l’equilibrio il problema non è importante e dopo una malattia, per di più con somministrazione di valium, non si possono proprio trarre conclusioni. Aspetta che recuperi un po’ le forze e che stia meglio: fra 15 gg sarebbe bene ripetere l’esame neurologico di controllo.
Un ritardo di 15 gg nell’acquisizione di una postura che si attende in un determinato periodo non è patologico, soprattutto in caso di malattia intercorrente che rallenta le tappe dello sviluppo psicomotorio. Se fra 15 gg i medici non ti avranno chiarito le idee puoi riscrivermi e tenterò di illustrarti come valutare tu stessa il comportamento neurologico del bimbo in poche semplici manovre.
Un caro saluto,
Daniela