Come reintrodurre il latte vaccino

 

Buonasera,

il mio bimbo ha quasi 15 mesi e da quando ne aveva sette è stato sottoposto a dieta priva di proteine del latte vaccino. Beve volentieri latte di soia Aptamil crescita e mangia quasi tutto, ad esclusione della mela (che il mio pediatra sostiene possa incrociare con le proteine del latte) e chiaramente di latte e derivati.

Il pediatra sostiene che dovremmo fare una prova di reintroduzione, ma non ho ben capito come fare. Il bimbo non ha mai preso latte vaccino poiché all’epoca assumeva latte artificiale di tipo 2.

Confesso che qualche tempo fa, spinta dai suoi pianti, ho ceduto alla tentazione di fargli assaggiare un pezzetto della mia mozzarella di bufala. Mi aspettavo una delle nostre solite notti in bianco con grida e pianti per l’acuirsi del RGE, ma invece niente di niente. La cosa può far ben sperare? Come consiglierebbe la reintroduzione dei latticini?

Nel frattempo mio figlio può bere latte di soia di quelli in vendita al supermercato o è meglio continuare con il latte di crescita? Lo chiedo perché, in vista delle vacanze, ho paura di non trovarlo a destino e non vorrei partire con latte per 3 settimane.

Grazie mille, i suoi consigli sono sempre stati ottimi finora, spero di riceverne ancora!

Saluti, Sarah

È semplice: prendi del latte intero della centrale selezionato alta qualità (il latte di crescita lo darai quando sarai sicura di poterlo alimentare con biberon interi di quel latte). Se vuoi, per prudenza, ne farai bollire per alcuni minuti una piccola quantità, poi, nel biberon del suo solito latte, comincerai a mettere uno o due cucchiaini di latte di mucca.

Il secondo giorno, al pomeriggio, qualora assumesse per merenda dello yogurt alla soia, potresti mettere un cucchiaino di yogurt di mucca nel vasetto, sempre continuando a dare due o tre cucchiaini di latte della centrale nel biberon della mattina.

Così, piano piano, senza avere nessuna fretta, da una parte lo abituerai alle proteine vaccine, in un certo senso, desensibilizzandolo, come fece Mitridate che, per non morire avvelenato, prese una dose infinitesima di veleno ogni giorno per molto tempo affinché, alla fine, anche una dose intera non gli facesse più effetto e dall’altra, qualora si manifestasse nuovamente una reazione allergica, essa non potrà essere importante vista l’esigua quantità di proteine vaccine somministrate.

Calcola di arrivare a metà vasetto di yogurt, per esempio, in non meno di due settimane, se tutto andrà bene nel frattempo e così farai anche per il latte vaccino. Più questi tempi saranno lunghi, più possibilità ci saranno che il bimbo non abbia problemi.

Nel frattempo, però, cerca di evitare altri latticini come la famigerata mozzarella: avrà tutta la vita per farne delle scorpacciate quando sarà sicuro di poterlo fare. Il passaggio completo a solo latte di mucca o yogurt di latte di mucca avverrà, sempre se tutto andrà bene nel frattempo, in un mesetto circa o anche di più se hai tempo prima delle vacanze. Il latte di soia, comunque, si trova un po’ ovunque.

Un caro saluto, Daniela