Coliche e feci del neonato con latte arricchito di probiotici

Gent.ma Dottoressa,
ho un bimbo di 20 giorni che è esclusivamente allattato artificialmente.
Il mio pediatra, a causa delle frequenti coliche e rigurgiti del bimbo, una settimana fa mi ha chiesto di cambiare il latte (stavo usando un latte generico di tipo 1) consigliandomi un latte con probiotici che in effetti da subito ha migliorato la situazione rendendo il bimbo molto più tranquillo.
Da un paio di giorni però il bimbo si sta scaricando con delle feci verdastre e male odoranti. (una volta al giorno) Per qualche giorno (per nostra inesperienza) abbiamo preparato il biberon con acqua non abbastanza calda (nel biberon restavano molti granulini e la polvere dava l’impressione di non sciogliersi bene seppur agitata molto energicamente), poi da ieri ci siamo accorti che facendo sciogliere la polvere in acqua quasi bollente si scioglie perfettamente e non lascia residui nel biberon. Mi sono chiesta se questo potrebbe avere influito sulla digestione del bimbo e di conseguenza sulle feci.
Le condizioni generali del bimbo sono buone e non ha particolari sfoghi sulla pelle. Sono però preoccupata soprattutto perché non vorrei di nuovo dover cambiare latte in così poco tempo…
La ringrazio per la sua preziosa attenzione,
cordiali saluti
Carla

Cara Carla,
coliche e disturbi intestinali così precoci non sarebbero da sottovalutare anche se non vi sono dermatiti. Però, se con l’introduzione di un latte arricchito di probiotici, la sintomatologia è sparita senza più ricomparire, non mi sembra il caso di allarmarsi cambiando ulteriormente il latte. Comunque, per diluire correttamente il latte in polvere, un buon sistema è quello di mettere una quantità standard di acqua molto calda ma non bollente nel biberon – diciamo 80 grammi; poi si aggiungono i misurini corrispondenti alla quantità di latte che si desidera preparare – diciamo 4 per 120 gr di latte, ma dipende dalla capienza del misurino -, si scioglie la polvere girandola con il manico lungo di un cucchiaio (quello per cocktail o la cucchiarella di legno, per intenderci) e senza agitare il biberon altrimenti si genera schiuma e, infine, si aggiunge acqua fredda, se necessario, fino alla tacca corrispondente al latte che si vuole preparare, cioè fino a 120 in questo caso.
I misurini, ovviamente, devono essere rasi, cioè si devono scuotere per pareggiare la superficie prima di metterli nel biberon. Le poppate dovrebbero essere mediamente 6 al giorno e la quantità di latte a poppata, mediamente 100-110, in base al peso del bambino. Se il bimbo mangia in modo corretto e non troppo o troppo poco, se le sue scariche ritornano ad essere gialle anche se possono essere non omogenee o granulose con qualche striatura verdastra, se non vomita più e mangia con appetito e le coliche tendono a ridursi, penso che non ci sia più nulla di cui preoccuparsi. Però, se vomito, coliche e aspetto anomalo delle feci dovessero persistere, bisognerebbe rifare il punto della situazione.
Un caro saluto,
Daniela