Colazione scarsa

0
151

Gentile Dottoressa,

mi rivolgo a lei per chiedere un consiglio sulla colazione dei bambini. Mio figlio 4 anni non fa una colazione sostaziosa, fa proprio fatica a buttare giù qualcosa appena sveglio (anche dopo 15/20 minuti). Il latte non gli va molto, i biscotti non li mangia, i succhi non li vuole, lo yogurt poco e niente… poi va all’asilo e fino alle 9.30 non gli danno la colazione che di solito è un frutto.

Lo so che non posso costringerlo più di tanto (un po’ lo forzo, però non mi va di esagerare), ma come posso fare?
La premessa a tutto ciò è che comunque non è un mangione… è alto ma è magrino, diciamo che mangia poco ma spesso. È alto 107 cm e pesa 15,8 circa…
Grazie
Saluti

Lorella

Una buona colazione la mattina è la premessa per iniziare la giornata in stato di benessere e con energie sufficienti per arrivare all’ora del pranzo, pertanto sarebbe bene non trascurarla e per cercare di convincere il bimbo a fare colazione bisognerebbe, magari, svegliarlo prima in modo che abbia il tempo di svegliarsi del tutto prima di uscire di casa, di mettersi a tavola con tranquillità e di consumare la sua colazione come fosse un pasto regolare. La sera il bimbo dovrebbe cenare presto e andare a letto presto in modo da poter dormire le ore a lui necessarie per svegliarsi riposato e la sua cena dovrebbe essere equilibrata e non troppo ricca di cibi grassi che si digeriscono con difficoltà durante la notte.

Se il bimbo non gradisce troppo latte e derivati, prova con alimenti salati tipo un piccolo sandwich con prosciutto e formaggio, un toast accompagnato da succo di frutta o spremuta di arancio, una fetta di torta salata e così via, però la prima colazione è una abitudine da non trascurare, indipendentemente dalla quantità di alimenti che il bambino potrà mangiare durante il resto della giornata e, per quanto possibile, bisogna che una mamma inventi tutte le strategie possibili per abituare il proprio bambino a non saltarla.

Un caro saluto, Daniela

Vota questo articolo