Cinque mesi: urla e scalcia prima di dormire

 

Cara dottoressa

la ringrazio in anticipo per il tempo e la pazienza che mi dedicherà. Ho un bimbo di quasi 5 mesi, che fino a poco tempo fa non ha mai fatto storie per addormentarsi, da circa un mese o poco più, prima di addormentarsi urla e scalcia (quasi come faceva quando aveva le coliche) la cosa dura più o meno una decina di minuti poi si addormenta tranquillo come un angioletto.

La cosa mi preoccupa un po’ non so da cosa possa dipendere, anche perché sono sicura che non ha alcun dolore poiché durante il sonno non si lamenta e tanto meno quanto è sveglio. Non so se la cosa possa essere legata al fatto che non lo allatto più al seno (non per mia scelte ma appena ha compiuto il terzo mese non ho avuto più quel po’ di latte che avevo).

Grazie di nuovo aspetto il suo parere

Probabilmente il bimbo, quando sente arrivare il sonno, si agita per due motivi: per scaricare le tensioni accumulate durante il giorno e forse per opporsi al sonno proprio per non distaccarsi dalla realtà e continuare a godere delle coccole e di tutte le cose per lui interessanti che la sua vigile osservazione, la sua visione ormai più completa, la capacità ormai acquisita di manipolare gli oggetti e le sue migliorate capacità relazionali gli mettono a disposizione.

A queste motivazioni di ordine psicologico, poi, si potrebbero sovrapporre motivazioni organiche come doloretti addominali, reflusso, ecc. che il pediatra che segue il bimbo dovrebbe poter escludere prima di stabilire con sicurezza che si tratta di tensioni di ordine psicologico. La soluzione, in tal caso, sarebbe la pazienza, l’acquisizione di rituali di addormentamento, la preparazione al sonno sia attraverso i rituali che accordando al bimbo vicinanza fisica e coccole tranquillizzanti, ninne nanne varie, cullamenti, ecc.

Se le urla e i calci, comunque, sono espressione di scarico di tensioni, esse non vanno inibite ma solo contenute, perché sarebbero molto utili. Fai in modo che la giornata del bimbo o almeno le due o tre ore precedenti l’addormentamento si svolgano in una atmosfera serena e idonea al bambino, senza troppi rumori, giochi di movimento, cartoni, ecc. Il bimbo deve sempre essere adeguatamente idratato perché la sete può rendere nervosi e l’orario del sonno deve essere idoneo sia in assoluto che in rapporto all’orario della cena.

Un caro saluto, Daniela