Caso di meningite

 

 

Gentile dottoressa

 

Le scrivo per chiederle un consiglio, per arginare l’ansia di una mamma (la sottoscritta) che ha deciso finora di non effettuare la vaccinazione antimeningococcica alla figlia di 4 anni appena compiuti (nata prematura di 32 settimane di appena 1300 gr) anche in attesa di quel vaccino più "completo" da lei più volte ricordato.

 

Beh, la scorsa settimana si sono avuti 2 casi di meningite nella mia città, che fare? E poi mi può chiarire i rischi di tale vaccinazione e se si annoverano tra questi conclamazioni della malattia?

 

Grazie mille anche del sostegno morale che riesce a dare a noi mamme con le sue sempre precise risposte.

 

Distinti saluti

 

 

 

 

Il vaccino antimeningococco è preparato soltanto con alcuni antigeni capsulari del meningococco, quindi è assolutamente sicuro e non in grado di provocare nessun tipo di malattia simile nel soggetto che si vaccina.

 

Pertanto puoi vaccinare tranquillamente la tua bimba aspettandoti, al massimo, la possibilità di una reazione febbrile fugace, assai rara, per la verità, nonché altrettanto lievi reazioni locali tipo arrossamento e gonfiore, del tutto innocue anche se fastidiose.

 

La tua bimba non è più in una età di grosso rischio, ma anche questa è una considerazione basata su statistiche, quindi deve essere presa per quello che è. La meningite è una infiammazione di origine infettiva alle meningi, ma può essere virale o dovuta a vari batteri e non solo al meningococco, quindi dovresti sapere la natura dei due casi di meningite della tua città prima di porti problemi riguardanti il vaccino che previene unicamente le meningiti dovute al ceppo C del meningococco e non tutte.

 

Io starei relativamente tranquilla in generale perché non si sta parlando di epidemia ma di casi assolutamente isolati. Inoltre aspetterei l’autunno per vedere se ci sono novità riguardanti questo vaccino.

 

Se non ci saranno ancora, nel frattempo potrai sempre vaccinare con serenità la bimba con il vaccino attuale – a meno che tu non voglia aspettare la pre pubertà, che è la seconda fascia a rischio dopo i primi tre anni di vita – ma se ti devi preoccupare ogni volta che vieni a conoscenza di un caso di meningite, meglio che tu vaccini la bimba con il vaccino esistente: sarai sempre in tempo a vaccinarla con il nuovo quando sarà in commercio.

 

Un caro saluto, Daniela