Broncospasmo a 10 anni

0
213

Salve, 

mio figlio di 10 anni ha sofferto di broncospasmi intorno ai 3 anni ma con pochissimi episodi, poi più nulla; ora da circa due anni ha questi episodi di broncospasmo con susseguente bronchite asmatica.

Ha sempre fatto sport e questi episodi non sono mai avvenuti dopo uno sforzo fisico, persino in piscina per 4 anni nonostante il clima umido e la possibilità di non essersi asciugato bene non hanno mai creato problemi, ma se accidentalmente si trova in circostanze in cui c’è una variazione di clima e non siamo pronti per affrontarlo immediatamente  arrivano  come dice lui i respiri corti per cui ha necessità di respirare profondamente per riprendere fiato.

Un esempio: giochi imprevisti al parco con sudata consequenziale, una leggera brezza e senza giubbino per coprirsi, oppure ieri giornata un po’ piu fresca e le aule della scuola risultavano freddine, e di nuovo broncospasmo che però questa volta nel giro della nottata si è attenuato da solo senza bisogno di interventi. Mi chiedo, è vero come dettomi da alcuni medici che la situazione si potrà stabilizzare e che quindi il problema possa sparire entro i prossimi due o tre anni, o ci dovrà convivere? E quale stile di vita sarà preferibile. Grazie

 

È altamente probabile che il tuo bimbo, meglio sarebbe dire ragazzo, ormai, migliorerà moltissimo se non guarirà del tutto alla fine del periodo puberale. Pertanto io sarei relativamente tranquilla per il suo futuro. Quello che sarebbe bene fare ora, però, è non trascurare questi episodi di broncospasmo facendo seguire il ragazzo da un buon allergologo o un pneumologo in quanto ogni broncospasmo costituisce comunque uno stress per l’organismo e per l’albero bronchiale e, anche se non gravi e preoccupanti, sarebbe bene cercare di tenere a bada e di ridurre di numero questi episodi  con una terapia adeguata, non solo al momento della crisi ma anche, a mio avviso, preventiva. I farmaci attuali danno ottimi risultati.

Un caro saluto, Daniela

Vota questo articolo