Bacinetti renali dilatati

Gentilissima dottoressa,

le scrivo in merito al risultato dell’ultima ecografia fatta.

Sono alla 31ma settimana di gravidanza, già alla morfologica alla mia bambina erano risultati entrambi i bacinetti renli dilatati. Durante l’ultima ecografia di controllo questa situazione sembra essersi aggravata con una dilatazione di entrambi i bacinetti di 18 mm.

Vorrei sapere cosa comporta questo, se è saggio fare qualche ulteriore controllo ed eventualmente scegliere un ospedale particolare per la nascita.

Grazie infinite

Per ora è difficile dire cosa può comportare questa dilatazione fintanto che la bimba è ancora in utero. Sarebbe bene partorire in un punto nascita dove è possibile effettuare una ecografia renale nei primi giorni dopo la nascita, perché è proprio da quella obiettività post natale che si dovrà partire per valutare il problema: dilatazioni delle vie urinarie durante la vita intrauterina, infatti, sono frequenti, ma se il parenchima, cioè la struttura di entrambi i reni è conservata e non mostra malformazioni o anomalie, il problema potrebbe essere soltanto transitorio e non richiedere particolari interventi medici o chirurgici in seguito.

Io starei relativamente tranquilla, nonostante la dilatazione stessa sia piuttosto importante, sia perché, come ho detto, molte obiettività simili intrauterine scompaiono nei primi giorni di vita, sia perché, se i reni sono ben conformati e risulteranno, dopo la nascita, normofunzionanti (d’altra parte, se la quantità del tuo liquido amniotico è attualmente normale, si suppone che essi funzionino), un rimedio alla dilatazione di uno o entrambi gli ureteri, una volta scoperta la causa, estrinseca o intrinseca alle vie urinarie che sia, si trova comunque. Non mi dilungo ad elencarti tutte le possibili cause di dilatazione delle vie urinarie sia perché non mi sembra il caso prima della nascita del bimbo, sia perché ho già avuto modo di trattare altre volte questo argomento su questa rubrica.

Un caro saluto,
Daniela

Condividi
Articolo precedenteTremori
Articolo successivoMuco nel pannolino
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.