Arresto crescita altezza bimba 15mesi

Buongiorno Gentile Dottoressa Sannicandro,
Le scrivo perchè mia figlia di 15 mesi (nata il 9/01/12) da novembre ha avuto un rallentamento forte della crescita in altezza.
Mi figlia è nata con parto regolare alla scadenza naturale ad alla nascita pesava 3,41kg con un altezza pari a 49cm.
il19 Novembre12 durante la visita con la ns pediatra il suo peso era pari a 9,25Kg ed alta 72cm.
Mentre dalle misurazioni effettuate sempre dalla pediatra il 5 Aprile 13 la bimba risultava pari a 10,33Kg ma come altezza solo di 73cm.
La pediatra ci ha tranquillizzato rimandando ad una visita ulteriore di controllo tra due mesi possibili valutazioni su eventuali problemi.
Tuttavia adesso osservando anche la curva di percentile su cui si colloca la bimba, sono preoccupato che ci possano essere problemi più seri e non vorrei aspettare altri due mesi in questa incertezza.
Quale è il suo punto di vista? Cosa mi consiglia di fare?
La ringrazio molto per la sua risposta appena le è possibile.
Un cordiale saluto



LA TUA BIMBA, SIN DALLA NASCITA, HA PRESENTATO UNA LIEVE DISCREPANZA TRA IL SUO PESO E LA SUA LUNGHEZZA (ORA CHE STA IN PIEDI SI CHIAMA ALTEZZA). LA SUA LUNGHEZZA-ALTEZZA, INFATTI, SI E’ SEMPRE ATTESTATA SU ALMENO DUE PERCENTILI INFERIORI RISPETTO AL PESO. DA ALCUNI MESI A QUESTA PARTE, IN EFFETTI, SEMBRA ESSERCI STATO UN EVIDENTE RALLENTAMENTO NELLA CRESCITA IN ALTEZZA. PERO’ IO MI CHIEDO: COM’E’ STATA MISURATA LA PENULTIMA VOLTA? IN PIEDI O SDRAIATA? A NOVEMBRE LA PICCOLA AVEVA 10 MESI SE HO CALCOLATO BENE: POSSIBILE CHE SIA STATA MISURATA IN POSIZIONE VERTICALE? DI SOLITO A 10 MESI I BAMBINI SI MISURANO ANCORA IN ORIZZONTALE. MA SE LA MISURAZIONE SUCCESSIVA E’ STATA ESEGUITA IN POSIZIONE VERTICALE BISOGNA TENER PRESENTE CHE LA POSIZIONE ERETTA RUBA UNO O DUE CENTIMETRI PER UN LIEVE SCIACCIAMENTO DELLE VERTEBRE E, SPESSO, PER UNA POSSIBILE LIEVE FLESSIONE DELLE GAMBE DEL PICCOLO. lA MISURAZIONE DEVE, QUINDI, ESSERE ESEGUITA CON LE STESSE MODALITA’ PER TRARRE CONCLUSIONI. SECONDO PUNTO: VISTO IL FISIOLOGICO RALLENTAMENTO DELLA CRESCITA NEL SECONDO ANNO DI VITA, SAREBBE BENE VALUTARE L’ACCRESCIMENTO OGNI SEI MESI ANCHE SE E’ GIUSTO CONTROLLARLO ANCHE OGNI 3 MESI, PERO’, PER PRUDENZA, LE CONCLUSIONI SI COMINCIANO A TRARRE DOPO ALMENO DUE MISURAZIONI CHE EVIDENZIANO UNA NOTEVOLE RIDUZIONE DELLA VELOCITA’ DI CRESCITA (CHE SIA IN PESO O IN ALTEZZA). IL TERZO PUNTO DA CONSIDERARE E’ L’ALTEZZA DEI GENITORI E IN PARTICOLARE DEL GENITORE AL QUALE IL O LA BAMBINA ASSOMIGLIA DI PIU’: LA COSTITUZIONE E LA GENETICA HANNO UN LORO PESO EVIDENTE NELLE MODALITA’ DI CRESCERE DEI FIGLI. ALTRA CONSIDERAZIONE DA FARE: FINTANTO CHE LA CRESCITA, IN QUESTO CASO IN ALTEZZA, C’E’, ANCHE SE PIU’ SCARSA RISPETTO AI MESI PRECEDENTI E FINTANTO CHE IL PERCENTILE E’ ENTRO LA FASCIA DI NORMALITA’ E’ BENE MANTENERE UN ATTEGGIAMENTO PRUDENTE DI SOLA ATTENZIONE SENZA PRECIPITARSI SU INDAGINI DI VARIO TIPO PER CERCARE DI CAPIRE UN PROBLEMA CHE POTREBBE NON ESSERCI. IL MIO CONSIGLIO E’, QUINDI,QUELLO DI CONTINUARE A CONTROLLARE LA CRESCITA DELLA BIMBA PIU’ O MENO OGNI TRE MESI,COME STAI FACENDO ORA, MA DI TRARRE CONCLUSIONI SOLO DOPO ALMENO DUE MISURAZIONI CONSECUTIVE ATTESTANTI UN ANDAMENTO FRANCAMENTE ANOMALO DELLA CURVA DI CRESCITA. A MIO PARERE, QUINDI, SE NE POTRA’ RIPARLARE NON PRIMA DI OTTOBRE, NOVEMBRE.