Anticipo di svezzamento?

Gentilissima dottoressa,

sono la mamma di un bimbo di 4 mesi e mezzo, allattato esclusivamente al seno. Il bimbo è nato di 3,700 Kg e pesa adesso 7,100 kg.

Ha avuto uno scatto di crescita al terzo mese, in corrispondenza del capoparto, e poi si era assestato su 5-6 poppate, facendo anche la notte o almeno 5-6 ore di fila.

Adesso sembra tornato indietro di nuovo e ha riaumentato il numero delle poppate (almeno 7), la sera più ravvicinate, e vuole di nuovo poppare di notte ( 1 volta) chiaramente ha fame, o almeno questa è la mia netta impressione. Tra l’altro adesso ho di nuovo il ciclo.

La mia pediatra dice di introdurre una farinata, ma io non sono convinta. La sorellina che ho svezzato dopo il 6° mese compiuto, è stata intollerante ai latticini fino al 2° anno e ho paura a dare aggiunte artificiali.

Cosa posso fare? Premesso che ho ripreso a lavorare e sono molto stanca. E’ meglio anticipare lo svezzamento? o provare un latte ipoallergenico?

La ringrazio tanto per il suo consiglio.

Micaela


Cara Micaela,

fermo restando che una transitoria diminuzione della produzione di latte si puo’ avere periodicamente, non solo dal momento del capoparto ma anche nel primo mese di allattamento, se il bimbo si comporta così già da più di una settimana, tende a crescere di peso meno del previsto e tu ti senti molto stanca, dovresti lavorare su due fronti: da una parte valutare la possibilità di una integrazione alimentare, magari con latte ipoallergenico per prudenza, poi, appena possibile, con una pappa a base di brodo vegetale e cereali e, come al solito, carne dopo due settimane, iniziando, se possibile, non prima del quinto mese anche se non è escluso che la pappa si possa dare prima e dall’altra parte dovresti fare una cura ricostituente, cercare di mangiare bene, bere molto e non avere la pressione bassa. Se ti è possibile fare questa prova, alcuni giorni di malattia dal lavoro potrebbero farti stare tutto il tempo con il tuo bimbo in maggior relax per capire se questo migliora la produzione di latte: questo ti permetterebe di arrivare al quinto mese senza aggiunte di nessun genere e potere così iniziare lo svezzamento con le pappe non contenenti proteine vaccine anziché dare latte artificiale, anche se ipoallergenico. Se non puoi fare tutto ciò, non resta che integrare, se l’integrazione è proprio necessaria, con qualche poppata serale di ipoallergenico, crema di riso, biscotto primi mesi senza uovo e senza glutine e piccole quantità di frutta, banana in primis che è la meno allergizzante. L’atteggiamento da scegliere, però, dipende da te.

Un caro saluto,

Daniela