Antibiotico e sesta malattia

 

Gentile dottoressa,

 

qualche giorno fa su richiesta del pediatra di famiglia ho eseguito esami urine a Ludovica, 10 mesi, che sono risultate positive.

 

Abbiamo iniziato subito la terapia con amoxicillina, ma da oggi, sparita la febbre, presenta un esantema localizzato solo al tronco: l’aspetto dei puntini ed una serie di sintomi e circostanze (ho avuto un herpes labiale in questi giorni) mi farebbero pensare alla sesta malattia.

 

Posso continuare la terapia antibiotica o è il caso di sospendere per non compromettere l’evoluzione della supposta malattia esentematica?

 

E inoltre: può aver dato un falso positivo nelle urine una malattia di questo tipo?

 

La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.

 

 

 

 

 

La sesta malattia è una infezione virale che può colpire tutte le età ma che si manifesta con il tipico esantema maculo papulare preceduto da alcuni giorni di febbre anche molto alta e continua soltanto nei bambini compresi nella fascia di età sei mesi – due anni.

 

Responsabili della malattia sono alcuni virus erpetici dei gruppi 6 e 7, diversi, cioè, dai virus erpetici che provocano le tipiche lesioni labiali, questi ultimi appartenenti ai gruppi 1 e 2.

 

Pertanto non vi è correlazione tra il tuo herpes labiale e l’esantema della bimba. Quest’ultimo può, certamente, essere la manifestazione di una malattia esantematica, magari sovrapposta all’infezione alle vie urinarie per la quale è in cura antibiotica, ma potrebbe anche essere la manifestazione di una allergia all’antibiotico.

 

Solo il pediatra che può visitare la bimba sarà in grado di stabilirlo. L’eventuale malattia esantematica intercorrente non può avere influenzato l’analisi delle urine e la terapia antibiotica va continuata a meno ché non si arrivi alla conclusione che l’esantema in questione dipende dall’allergia al farmaco.

 

Un caro saluto, Daniela