Allattamento al seno e apporto di calcio

 

Gentile dottoressa,

vorrei un consiglio. Il mio bambino, che ha quasi un anno, al momento è allattato al seno tre volte al giorno: la mattina, il pomeriggio e la sera (anche se ora cerco di non dargli il latte la sera sennò si addormenta al seno e non impara a dormire da solo nel lettino).

Ora mi sto accorgendo che l’allattamento, superati i primi cinque – dieci minuti, diventa un gioco. La cosa mi sta bene, credo si stia a mano a mano staccando da me, ma la mia preoccupazione è: assumerà il giusto calcio ora?

Come faccio a sapere se lui soddisfa il suo fabbisogno di calcio anche nei cinque minuti di allattamento? Vorrei per questo apportare una modifica alla sua dieta perché assuma la giusta quantità di calcio, mi può dare qualche suggerimento?

Si attacca al seno la mattina verso le 06.30-07.00, poi verso le 09.30 mangia un frullatone di frutta, poi pranza e di nuovo si attacca al seno come merenda (dieci minuti a volte meno). Quindi la cena e poi, negli ultimi giorni, niente seno e nanna.

Aggiungo lo yogurt? E quando? E il formaggino? Glielo do più spesso? E spesso quanto? Tutte le sere?

Grazie, Stefy

Se il tuo bimbo è soddisfatto dopo la poppata al seno e soddisfatto dopo le pappe e cresce bene, vuol dire che il tuo latte gli è ancora più che sufficiente e non sono necessarie integrazioni di nessun tipo. Se desideri continuare ad allattare, continua pure con le due poppate giornaliere.

Molti cibi contengono calcio e non è affatto necessario associare questo elemento soltanto all’assunzione di latte e derivati. Il formaggio, comunque, è un ottimo alimento se non se ne abusa troppo per via del forte contenuto di grassi e somministrandolo a cena o quantomeno una volta al giorno per almeno 4 volte alla settimana al bimbo sarà più che sufficiente, tanto più che spesso viene aggiunto anche come condimento delle pappe sia a pranzo che a cena.

Il calcio è contenuto nelle verdure a foglie larghe, nei cereali e un po’ in tutti i cibi, anche se nel latte è preponderante. Il fatto che il bimbo rimanga attaccato al seno così poco tempo vuol dire che il latte scende bene, il bimbo succhia vigorosamente e svuota la mammella velocemente, non vuol dire che il latte sia poco: se fosse così il bimbo resterebbe attaccato molto di più e non si mostrerebbe soddisfatto dopo la poppata.

Inoltre non crescerebbe di peso in modo soddisfacente. Quindi non porti problemi inesistenti e continua ad allattare serenamente e con fiducia se ne hai ancora desiderio.

Un caro saluto, Daniela