Alimentazione consigliata da un anno a due anni

Gentilissima dottoressa,

vorrei ringraziarla perché grazie ai suoi consigli alimentari lo svezzamento di mia figlia sta andando benissimo, e ora, a un anno appena compiuto, pesa 9,6 kg ed è alta 73 cm (sembra equivalga a 75 cm di lunghezza).

Le sarei quindi grata se potesse indicarmi un menù di riferimento da seguire da qui a quando avrà due anni, con le dosi per pasto di ogni alimento e soprattutto come e quando devo aumentarle. In particolare, gli unici problemi sono stitichezza, soprattutto quando introduco un alimento nuovo, e non le piace tanto il latte vaccino (solo 70 g circa con tre oro saiwa la mattina). Va bene ugualmente, oppure c’è qualche trucco per farglielo piacere e bere di più?

Se può esserle utile, le indico il menù giornaliero attuale della mia bimba.

COLAZIONE: 70 g di latte vaccino parzialmente scremato e bollito, con 3-4 biscotti oro saiwa e a volte anche mezza fetta biscottata integrale

SPUNTINO: mezza pera (o mezza mela o banana) con mezzo yogurt bianco intero Yomo; oppure solo tutto il vasetto da 125 g di yogurt

PRANZO: alterno questi due menù:

1) 15g di pasta con pomodoro (o in bianco) condita con 1 cucchiaino d’olio e uno abbondante di parmiggiano + 40-45g di carne (alternando pollo, tacchino, coniglio, agnello, vitellone; o 50-55g di pesce, per lo più merluzzo) condita con un cucchiaino d’olio + un po’ di verdura lessa (spinaci o broccoli o patate o zucca gialla) o pomodorini pachino freschi;

2) Minestrina con 250 g di colato vegetale (che poi diminuisce in cottura) 15 g di pastina Barilla, 3-4 cucchiai di verdura lessa schiacciata, 1-2 cucchiaini d’olio, 4 cucchiaini abbondanti di parmiggiano (oppure un solo cucchiaino di parmigiano e due cucchiai di purea di legumi passati; oppure un solo cucchiaino di parmigiano e 40g di carne frullata grossolanamente; oppure un solo cucchiaino di parmigiano e un tuorlo d’uovo sodo schiacciato)

MERENDA: come la colazione, ma se a colazione le ho dato yogurt a merenda le do solo frutta, o viceversa; a volte mezza mela cotta; a volte pane con olio con l’aggiunta a volte di pomodorini freschi; a volte aggiungo 4-5 cucchiaini di spremuta d’arancia (di più non le va)

CENA: alterno questi due menu: 1) 35 g di stracchino (o di prosciutto crudo) + la mollica di due fettine di pane + 3-4 cucchiai di verdura lessa o pomodorini pachino freschi (senza buccia né semi); 2) minestrina preparata come a pranzo, ma di solito senza l’opzione con carne né quella con uovo.

Come variare le dosi e gli alimenti? Ho provato a darle il riso, le è piaciuto, ma poi evito per la stitichezza: come posso fare e casomai quanto devo darglielo? La sua ricetta di polenta con sugo di carne, che mi aveva dato in un’altra mail, le è piaciuta tantissimo!

Spesso dopo pranzo e dopo cena, stando con noi a tavola, per partecipare anche lei al pranzo o anche per calmare la smania dei denti (ne ha 8), si sgranocchia un orletto di pane, e ora che abbiamo l’olio nuovo di produzione nostra, la nonna le fa intingere l’orletto in 2-3 cucchiaini d’olio, oltre a quello già usato per condire, e la bimba ne è entusiasta!

All’inizio io sgridavo mia madre perché così mi sembra che il consumo d’olio giornaliero sia eccessivo (di fatto oscilla tra i 2 e i 6 cucchiaini al giorno!), ma mi sono arresa di fronte al fatto che, sembra, quando consuma più olio non ha problemi di stitichezza. Come devo regolarmi? Quali altre verdure di stagione posso darle, crude o cotte come?

Grazie preventivamente per i suoi preziosi consigli e Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo in anticipo.

Con affetto e gratitudine sinceri

Elisabetta74


Un esempio indicativo di alimentazione per un bambino di un anno può essere il seguente: in tutta la giornata, 350-400 gr di latte, divisi in due pasti, mattina e pomeriggio, oppure 180-200 di latte la mattina più 120 gr di yogurt il pomeriggio, oppure due yogurt, uno la mattina e uno il pomeriggio da 120 gr circa.

Il latte, se crudo, deve essere sempre bollito, se pastorizzato, selazionato, alta qualità della centrale del latte, non deve più essere bollito e si può optare per quello parzialmente scremato se il bambino è un po in sovrappeso. Al latte non va aggiunto zucchero o miele ma si può modificare il sapore con l’orzo e si possono aggiungere due biscotti oro saiwa o simili oppure una o due fette biscottate sbriciolate.

Se la bambina non vuole il latte può quindi prendere lo yogurt che in 120 gr fornisce le stesse sostanze nutritive di circa 180 gr di latte oppure può diluire a metà il latte facendo 90 di latte e 90 di orzo, in questo caso dolcificato con un cucchiaino di miele, possibilmente biologico. A metà mattina la frutta va benissimo e di solito ne basta anche mezza tazzina da caffè o una intera se è di piccole dimensioni.

Eventualmente si può arricchire con un po’ di yogurt se la mattina non ha bevuto abbastanza latte. A mezzogiorno quello che stai dando va bene, cioè una quarantina di grammi di carne, prevalentemente bianca ma anche rossa due volte alla settimana o anche 50 gr se molto magra, 60 gr se pesce, 30 gr se formaggio, 50 gr se ricotta; pastina o riso andranno bene circa 30 gr a meno che non sia minestra in brodo vegetale o di carne, in tal caso, metà dose, cioè 15 gr; il passato di verdure due buoni cucchiai da minestra, il brodo vegetale circa 200 gr, ma a piacere; l’olio di oliva come condimento due cucchiaini a pasto e il parmigiano è facoltativo se usato come condimento assieme alla carne o al pesce o al massimo un cucchiaino e i soliti 15 gr, cioè 3 o 4 cucchiaini se deve sostituire la carne o il pesce; il pesce anche tre o quattro volte alla settimana, i legumi decorticati sempre 15, 20 gr da secchi fatti poi cuocere assieme alla pastina o al riso.

I bimbi amano molto riso e lenticchie decorticate insaporito da un battuto non soffritto di carota e poco sedano (a volte è allergizzante); i legumi possono essere dati anche quattro volte alla settimana, per combattere la stitichezza e solo se ben tollerati; i formaggi lo stesso 4 o 5 volte e l’uovo, se veramente fresco, anche due volte alla settimana, altrimenti una volta.

Quindi, su 14 pasti settimanali, alternanza di pastina, cioè grano, con mais, cioè polenta e riso, quest’ultimo ben cotto e assieme alle lenticchie per contrastare l’effetto stitichezza, quattro volte carne bianca, una o due volte carne rossa, tre o quattro volte pesce, quattro volte formaggio magro, una volta uovo.

La carne può essere sostituita con i legumi e in tal caso il parmigiano deve essere considerato solo un condimento e dato soltanto nella quantità di un cucchiaino. Ogni tanto, al posto del brodo vegetale, può essere dato brodo di carne molto sgrassato preparato con carne all’origine già molto magra fatta bollire a lungo in acqua fredda e non utilizzata, poi, per pietanza (si possono fare polpette per gli adulti assieme a pane e verdure).

Il brodo di carne non sostituisce la carne perché, a meno che non sia un consommé, cioè un sugo di carne, non contiene molte sostanze. In esso si può cuocere la minestrina e la si condirà, poi, con tre o quattro cucchiaini di parmigiano.

Ogni tanto si può preparare una purea di verdure con patate, spinaci e carote passate, poi unite a latte e formaggio e magari a una noce di burro, creare dei mucchietti tipo polpettine, ricoprire, facoltativamente, con pan grattato e mettere in forno per alcuni minuti. Anche il prosciutto crudo è un’ottima pietanza, ogni tanto e, molto sminuzzato, può essere dato assieme alla minestrina, a questa purea di verdure al forno o nella maniera che viene in mente in quel momento. La porzione sarebbe come quella del formaggio, cioè 30 gr ma anche meno.

Il pane può essere tranquillamente sgranocchiato, anche con una puntina di olio extra vergine ma, in linea generale, sarebbe opportuno alternare olio extra vergine con olio di mais, tipo olio cuore, perché l’uno contiene elementi che l’altro non ha e viceversa e mi riferisco ai famosi omega tre, sei, ai polinsaturi, ecc. ecc.

Pera, succo di mezzo arancio o anche meno di mezzo, un quarto di kiwi se non crea allergie, il succo delle prugne secche bollite a lungo e l’avena contrastano la stitichezza mentre, a questa età, è bene fare attenzione al pane e ai biscotti integrali che contengono una grossa quantità di crusca e di fibre indigeribili. La crescita della bimba è buona, quindi, continua pure come stai facendo che andrà tutto bene.

Un caro saluto,

Daniela