Alimentazione a un anno e mezzo circa

Gentile dott.ssa,
le scrivo perchè ho bisogno di chiarimenti sulle quantità di cibo che posso offrire a mio figlio Federico di 17 mesi.
E’ sempre stato di buon appetito, mangia qualsiasi cosa gli proponga verdure comprese. Sono una mamma molto attenta alla sua alimentazione e cerco di dargli cose sane per la sua età. Quello che mi sconcerta è che Federico ha una "fame da lupi" e, finito il pasto, sono io a dire basta non lui (lui mangerebbe ancora!).
Mi domando, sono io che sbaglio le dosi, o è lui che ha fame in modo smisurato? 
Federico è di costituzione robusta 86 cm x 13.5 kg!
La ringrazio,
Cordiali saluti.
Claudia
 

 
Cara Claudia,
il tuo bimbo è alto e robusto, un bel bimbone verrebbe da dire, ma attenta, il suo peso ha già superato il percentile dell’altezza di quasi mezzo chilo.
Naturalmente, non sapendo altri particolari (peso e altezza dei genitori, circonferenza cranica e toracica del bambino ) e non conoscendo il suo indice di massa corporea, cioè quanto incide il peso della sua massa magra sul peso totale del bambino, non posso trarre conclusioni. Se un bambino ha molto appetito bisogna fare in modo che si sazi, mi pare ovvio, e per farlo bisogna frazionare la sua alimentazione in cinque pasti al giorno che non deve mai saltare, fare una buona colazione saziante e stare molto attenti ai cibi ad alto potere calorico e alto valore glicemico.
Quindi la mattina latte certamente, almeno 250 gr se non ridai latte o yogurt a metà mattina ma magari potresti darlo parzialmente scremato e potresti stare molto attenta a cosa metti dentro. Dovresti non aggiungere zucchero se metti biscottini che sono già dolci oppure aggiungere un cucchiaino di zucchero se al posto dei biscotti decidi di mettere le fette biscottate. Tre, quattro biscotti oppure due fette biscottate dovrebbero bastare; in ogni caso, se dai biscotti calcola 20 gr, se dai fette biscottate calcola 30 gr.
A metà mattina, dovrebbe prendere mezzo frutto grattato, o comunque la quantità di un mezzo bicchiere o di una tazzina da caffè piena (100 gr) con un biscottino dentro o da sgranocchiare se vuole altrimenti nulla.
A pranzo, pastina o riso massimo 50 gr con 60 gr di carne e verdure anche 150-200 gr e un mezzo frutto se grande.
Pomeriggio, uno yogurt oppure un tè con biscottini, stessa quantità della mattina e la sera minestrina 30-40 gr (un po meno, quindi, del giorno) con formaggio magro 35 gr, idem se prosciutto oppure pesce circa 100 gr o carne 60 gr. Può prendere un po di frutta a fine cena ma di solito i bambini non la vogliono la sera allora puoi aumentare quella di metà mattina. Comunque non saranno mai quei 10 gr in più di pasta o pane o quei 50 gr in più di latte senza zucchero a rendere la dieta del bambino incongrua, sono i condimenti e una assunzione troppo frequente di cibi ad alto contenuto di zuccheri o di grassi, quindi è soprattutto una questione di qualità dei cibi piuttosto che di quantità.
Un bambino mangione deve assumere cibi sazianti a basso contenuto calorico, quindi pochi formaggi, pochi zuccheri, volendo anche nessuna aggiunta di zucchero o miele nei cibi e bevande, controllo dell’olio aggiunto alle pietanze, poche merendine confezionate, anche se per ora è piccolo e con questi criteri, anche un mezzo cucchiaio di minestrina in più ogni tanto non creerà nessun problema. Ma la disciplina alimentare si impara e la responsabilità è tua.
Il tuo pediatra saprà senz’altro indirizzarti però devi convincerti che, anche se il bimbo è già cresciuto e sai ormai molto bene cosa deve o non deve mangiare, almeno ogni tre mesi è bene che ti faccia fare una bella dieta bilanciata dal tuo pediatra perché così potrai continuare a regolarti con precisione e non perdere il polso della situazione cosa che può succedere facilmente quando i bambini stanno bene e danno soddisfazione con il loro appetito.
Un caro saluto,
Daniela