Aggiunta di latte artificiale e rigurgiti

 

Salve dottoressa,

ho un bambino di due mesi e gli do sia il mio latte che l’aggiunta di latte in polvere Mellin 1 (tre volte al giorno 60 ml). L’aumento del peso è regolare.

Spesso capita che dopo la poppata sia artificiale che materna, rigurgiti il latte. Gli faccio fare il ruttino e lo tengo parecchio in posizione eretta, ma anche dopo un’oretta rigurgita. Può essere reflusso? Come posso aiutarlo?

Grazie

Può essere il fisiologico reflusso gastro-esofageo che hanno moltissimi lattanti e non si interviene fintanto che non sono evidenti segni di esofagite da reflusso, cioè di infiammazione della mucosa dell’esofago in seguito al contatto ripetuto con il materiale gastrico misto ai succhi gastrici.

Valuta la reale necessità di aggiungere latte artificiale al tuo latte, in quanto una poppata e mezzo scarsa – perché tanta deve considerarsi l’aggiunta che dai al bimbo – potrebbe essere, forse, sostituita da due poppate in più al seno nell’arco delle 24 ore.

Di solito, finché il latte materno supera la metà o i due terzi di quanto teoricamente il bimbo dovrebbe assumere nelle 24 ore (con l’allattamento materno non si seguono schemi quantitativi ma si considera soltanto la sazietà del bimbo), le aggiunte non si dovrebbero dare e si dovrebbe risolvere il problema della relativa scarsità di latte soltanto con l’aumento del numero delle poppate.

Questo per evitare che i rigurgiti siano dovuti ad una quantità di latte, magari non eccessiva in base alle tabelle nutrizionali, ma eccessiva rispetto sia alle esigenze del bambino, sia alla sua capacità gastrica. Inoltre il latte artificiale, quando somministrato nelle stessa poppata, come integrazione al latte materno, può creare alcuni problemi digestivi in quanto i tempi di digestione sono diversi e anche il tipo di suzione necessaria per assumere latte dal biberon è diversa da quella necessaria per assumere latte dal capezzolo.

Pertanto valuta la effettiva necessità di questa aggiunta e controlla se senza aggiunta i rigurgiti si attenuano o scompaiono. Valuta la crescita ponderale solo una volta al mese e non fissarti sulla necessità che il bimbo cresca per forza un chilo come da manuale.

Un caro saluto, Daniela