Acquistare autonomia nel mangiare a 14 mesi


Gentilissima dottoressa,
la mia bimba ha 14 mesi compiuti la imbocco io e mangia solo pappe  cremose… Unica concessione le minestrine e un po’ di pasta asciutta (di piccola dimensione come i fili d’angelo)… Per il resto omogeneizzati e frullati. La mattina le dò il biberon con il latte e biscotti. Faccio dei tentativi per vedere se mostra interesse verso cibi solidi, biscotti, pane, etc…ma nulla!! Per ora una piccola conquista è stata farle prendere da sola l’acqua con la tazza con il beccuccio. Non voglio forzarla tanto più che a breve arriverà un fratellino e sarà già uno sconvolgimento per lei, però vorrei avere dei consigli da lei per aiutarla ad avere maggiore confidenza e interesse verso i cibi dei grandi e aiutarla ad acquistare autonomia nel mangiare.
Quali cose posso fare?
Grazie
Mamma bis

Ti consiglio di rispettare i suoi tempi e di proporle ogni tanto una cosa di cui va ghiotta col cucchiaino, per esempio un po’ di gelato o un fruttolo o altro cibo invitante come la banana o altro. Prova con una mela a spicchi mettendone uno in mano alla bimba e inventando una storiella dove lo spicchio diventa un personaggio protagonista assieme alla bimba e a te. Sarà una esercitazione con cibi non indispensabili così anche se ne mangia pochissimo non importa un granché. Poi prova con un biscottino o con un pezzo di pizza. Però è ancora piccolina, molti bambini sono nella sua condizione ad un anno o poco più. Aumenta gradatamente la grandezza della pastina e via discorrendo. Considera che i progressi vengono compiuti sempre uno alla volta, cioè se sta imparando a camminare in questo periodo non farà progressi sul parlare, se sta imparando a dire le prime parole non farà progressi sul mangiare e via discorrendo.
Non ti preoccupare più di tanto: quando andrà all’asilo dovrà imparare per forza (se non l’avrà già fatto prima) e per lei diventerà un gioco e una sfida emulare i compagni più intraprendenti di lei. Controlla se si comporta così anche quando è qualcun altro a darle da mangiare oppure se ne approfitta quando ci sei tu e per ora pensa al fratellino che sta per arrivare e non ti preoccupare di questi problemi-non problemi.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone