Abbassamento della voce e terapia

Gentilissima dottoressa,
mia figlia di 5 anni ha ormai da 15 giorni un forte ed evidente abbassamento di voce.
Lei è una bimba che urla molto e fa cattivo uso della voce.
Lei dottoressa crede che possa trattarsi di noduli alle corde vocali? Si può fare una laringoscopia o è un esame troppo invasivo e doloroso per una bimba di soli 5 anni? E se fossero noduli come può tornarle la voce? C’è una terapia?
Grazie mille dei suoi consigli e per la sua preziosa attenzione.

Per una esposizione più completa delle cause dell’abbassamento di voce ti rimando ad una risposta che ho avuto modo di dare ad una mamma che si chiama Francesca a maggio scorso con il tuo stesso problema.
Alla tua bimba consiglio una settimana di "riposo della voce", cercando di non dare alla bimba occasioni di gridare e strillare e facendola, magari, giocare con un adulto o da sola in piena tranquillità oppure portandola al cinema o simili e negli stessi giorni una terapia a base di vapore caldo umido (un po’ sgradevole visto il clima) e di somministrazione di un blando antinfiammatorio per bocca.
Lascio, ovviamente, al tuo pediatra, la decisione di dare o meno un antibiotico. Come antinfiammatorio potresti anche provare con i confetti di arnica.
Dopo questa settimana, se le condizioni non migliorano, farei visitare la bimba da un otorino e sarà lui a decidere se fare o meno una fibroscopia alla bimba che è un po’ fastidiosa ma non dolorosa (è poco più del solito bastoncino che si applica sulla lungua quando si deve guardare la gola).
In base a quanto eventualmente risulterà dalla laringoscopia, l’otorino saprà il da farsi, ma non pensare subito a noduli vari: le forme irritative e infiammatorie sono di gran lunga le cause più frequenti di raucedine nei bambini.
Un caro saluto,
Daniela