A un anno non emette suoni e mangia pochissimo

Buongiorno.

Sono seriamente preoccupata perché la figlia di mia cugina ha quasi un anno (mancano pochi giorni) e non parla, e con questo voglio dire proprio che non emette nessun suono, la sento solo quando piange, inoltre è molto piccola, pesa circa 8 kg ed è alta poco più di 65 cm.

La madre (ossia mia cugina) non credo segua correttamente i bisogni della figlia e prima di allarmare qualcuno che le è più vicino, come padre o altri parenti più stretti, volevo capire se posso notare altri aspetti per quanto riguarda la bimba.

La mia preoccupazione è nata non solo dal fatto che la bimba non dice neanche A, ma anche perché non mangia quasi niente in misura all’età, pensi che le fa un cucchiaio di pastina e neanche lo mangia tutto, e poi le da molto latte vaccino con biscotti, e ho visto che va sempre a diarrea.

Inoltre parlando con alcuni conoscenti di questa bimba, mi hanno detto che potrebbe non sentire o sentire poco, non saprei cos’altro aggiungere per farLe capire la mia ansia, ho cercato di stimolare la madre a dei controlli più importanti con cautela ma non mi ascolta.

Quello che Le chiedo è una sintesi di cosa può avere e cosa possiamo fare per aiutarla, e potrebbe dirmi normalmente peso e statura della bimba ad un anno.

La ringrazio moltissimo per tutto il tempo che potrà dedicarmi.

Tantissimi auguri per un felice anno nuovo.


Il peso della bimba, benché ai limiti inferiori della fascia di normalità, è pur sempre nella norma, mentre la lunghezza è veramente sotto la media, con uno scarto che dovrebbe mettere un po’ in allarme il pediatra che la segue, a meno che i genitori non siano, a loro volta, molto bassi.

Per quanto riguarda il linguaggio: certo, preoccupa il fatto che non emetta suoni e che pianga soltanto, ma solitamente attorno al sesto, ottavo mese, i bilanci di salute dovrebbero comprendere lo screening dell’udito.

Io purtroppo, con i pochi dati che mi fornisci, non posso azzardare nessuna ipotesi: servirebbe una visita neurocomportamentale per valutare lo sviluppo psicomotorio globale della bimba, una cronologia di tutte le tappe di questo sviluppo dalla nascita ad ora, una valutazione del rapporto madre bambina e dell’approccio che ha la madre con la bimba, una anamnesi famigliare dettagliata per malattie genetiche ereditarie associate o meno a scarso sviluppo, eventualmente una indagine su altri organi ed apparati come reni, fegato, ecc., ovviamente, per risolvere qualsiasi dubbio, una valutazione delle capacità uditive che vada un po’ al di là del semplice screening di routine.

In linea generale direi, prima di tutto, un colloquio con il pediatra che segue e conosce la bimba; poi, se necessario, il primo approfondimento specialistico dovrebbe essere con un neuropsichiatra infantile il quale, se riterrà opportuno, deciderà per ulteriori controlli dell’udito, consulenza genetica e auxologica per la scarsa crescita staturale più altre indagini chimico metaboliche che, sia il pediatra di base che tutti i vari specialisti concorderanno.

Per il momento, non avendo nessun dato sufficientemente utile a disposizione, non penso di dovermi dilungare elencando tutte le possibili cause di ritardo di linguaggio associate o meno a basso peso.

Un caro saluto e molti auguri di buon anno anche a te.

Daniela