A nove mesi conati di vomito mentre mangia

 

Gentilissima Dottoressa,

ho una bimba di nove mesi e mezzo che da una quindicina di giorni ha frequenti conati di vomito quando mangia. Il pediatra ci ha consigliato una ecografia allo stomaco dalla quale non è risultata fortunatamente alcuna patologia, ma nonostante ciò le ha diagnosticato un leggero reflusso.

In realtà la bimba non ha vomito, né altri sintomi evidenti se non i conati. Inoltre le ha prescritto il Ranadil (3 cm di siringa per via orale due volte al giorno).

La bimba è nata prematura alla 35esima settimana in quanto sono andata in gestosi e alla nascita pesava solo 1,900 Kg e 44 cm.

A 1 mese 2,800 kg, 48 cm
a 3 mesi 4,450 kg, 58 cm
a 5 mesi 5,600 kg, 64 cm
a 7 mesi 7,050 kg, 68 cm
a 9 mesi 8,140 kg, 73 cm
 
Io sono alta 164 cm e mio marito 185 cm ed abbiamo una corporatura normale.

Da quando ha i conati il suo peso si è arrestato, anche perché mangia esattamente la metà di prima. Lei è stata svezzata a 4 mesi e mezzo perché beveva pochissimo latte (solo artificiale perché io non ho avuto latte).

La sua alimentazione è la seguente:

ore 8.00 100ml di latte con un cucchiaio e mezzo di crema di riso (liquido non lo mangia);
ore 12.30 2 cucchiai di pasta con passato di verdure, 1 vasetto di carne, olio e parmigiano (2 volte a settimana i legumi), 1 frutto fresco grattugiato;
ore 16.00 yogurt:
ore 18.30 2 cucchiai di pasta con ricotta o formaggino o pesce;
ore 21.30 latte con crema di riso

Forse sbaglio qualcosa?

È possibile che il reflusso le sia venuto a 9 mesi visto che non ne ha mai sofferto prima? Le sarei veramente grata se mi desse qualche consiglio in merito.

La ringrazio anticipatamente, Laura

Escluso che la piccola abbia la gola infiammata o le tonsille ipertrofiche (il pediatra lo avrebbe già notato), forse mangia troppo in fretta o la imbocchi con cucchiaiate troppo dense o ravvicinate tra loro, forse non ha ancora maturato perfettamente la deglutizione.

Prova a ridurre un po’ le porzioni delle due pappe, oppure prova a non darle tutte assieme, ma fermati a metà dose, giusto per capire se riempiendo di meno lo stomaco il problema si risolve e se facendo il ruttino a metà pappa lo stomaco si libera più facilmente dell’aria che ingurgita mangiando (in tal caso basterebbe frazionare i pasti, oppure fare mangiare la bimba più lentamente).

Anche le orecchie vanno controllate, specie se la bimba ha un po’ di catarro, perché una otite catarrale può provocare vomito e può anche non dare dolore o febbre, quindi non insospettire. Quindi, oltre a non pesarla più così frequentemente, dovresti prima di tutto farla visitare per escludere otiti o faringiti o molto catarro prodotto dalle alte vie respiratorie, poi dimezzare o quasi le porzioni e alimentarla con molta calma diluendo un po’ di più le pappe.

Io passerei alla carne fresca affinché il volume della pappa sia minore a parità di sostanza. Non penso al reflusso in prima battuta, ma non lo escludo. La bimba sta crescendo bene, non preoccuparti più del peso e non mettere subito in relazione la mancanza transitoria di accrescimento con i vomiti.  Prima fai questi altri tentativi variando le modalità di alimentazione poi, semmai, si riprenderà in mano il problema.

Un caro saluto, Daniela