Intollerante al pesce....( tata Gisellaaaaaa )

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

TataGisella ha scritto:non credo che ci voglia il certificato medico, o meglio secondo me è a discrezione tua nel senso che potresti portarglielo per fargli capire che con le allergie/ intolleranze non si scherza.
sul punto due sono pienamente d'accordo e in effetti mi sembra che queste tate abbiano sottovalutato un pò il problema.
in effetti, spesso, al momento del pranzo capita che qualcuno tenti di "rubacchiare" dal piatto del vicino e proprio per questo è uno dei momenti a cui dedicare maggiore attenzione...

fossi in te mi presenterei con il famigerato certificato e pretenderei più attenzione, caspita con queste cose non si scherza!
Grazie tata Gisella! aspettavo una tua risposta!!!

ieri pomeriggio sono tornata al nido e c'era un'altra tata, abbiamo parlato di quello che era successo la mattina e le ho anche detto che la sua collega era stata poco carina nel rispondermi in quel modo.
inoltre le ho detto che proprio con lei avevo preso accordi verbali riguardo il pasto del venerdì e proprio lei mi aveva detto che potevamo tranquillamente sospenderlo per un periodo...ma non mi aveva mai accennato ad un certificato....
Infatti si è scusata dicendomi che la tata della mattina è una persona molto "precisa" e per fare una determinata cosa vuole essere sicura.

Abbiamo deciso che per l'anno nuovo andrò a fare questo benedetto certificato, sperando e confidando nella loro professionalità....

Gabriele comunque ha ancora le piaghe vicino ai genitali...è da venerdì che è così ( non ti dico come urla, nemmeno con l'acqua allevio le sue sofferenze )
Ieri l'ho lasciato senza pannolino, solo con mutandine di cotone e tanta crema fissan, spero davvero gli passi in fretta.

Dilly ha scritto:Non si può dare ad un bambino una dieta diversa se non c'è il cetificato del medico. Se in questi gironi gli hanno dato altro invece che il pesce hanno fatto una cosa non consentita dal regolamento.
La storia che lui abbia preso il pesce dal piatto di un altro mi sembra ssurda. Noi abbiamo sempre avuto bambini con dieta e nessuno ha mai mangiato dal piatto di un altro, al limite capita che siccome vedono il cibo diverso dagli altri non mangino per protesta, ma sicuramente per un pasto senza una portata non succede nulla.
grazie anche a te dilly, scusa non sapevo lavorassi anche tu in un nido.

Come scritto sopra, da Gennaio Gabriele avrà il suo certificato.


Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

Mammetta ha scritto:Ho appena sentito mia cognata che è educatrice in un nido privato. Dice le stesse cose di TataGisella, ossia che non esiste nessun regolamento che preveda la presentazione di certificati medici, in quanto il genitore stesso autodichiara ed autocertifica il tutto. Mi ha spiegato che anche nel suo gruppo di bimbi (stessa fascia d'età del TREX) ci sono due bimbe, 1 intollerante ai latticini ed 1 allergica all'uovo. Il menù di queste bimbe ovviamente è basato su altri cibi rispetto al menù degli altri. Per esempio l'uso di biscotti senza latte e uova. Se per merenda c'è lo yoghurt ovviamente alla bimba intollerante si da altro. Insomma basta avere solo un pò di accortezza. Tra l'altro lei dice che la "svista" può accadere (per es. le bimbe rubano dal piatto del vicino), ma la tata è tenuta ad avvisare il genitore dell'accaduto in modo tale che si senta preparato ad eventuali reazioni. Per quanto riguarda l'isolamento dice che non esiste nemmeno intendere per isolamento il fatto di sedere il bimbo sul seggiolone. Il bimbo subirebbe comunque un'offesa a livello psicologico, semplicemente consiglia di parlare con il bimbo e fargli capire che non deve rubare nel piatto degli altri bimbi e che il pescetto per il momento non deve mangiarlo, l'educatrice deve (rientra nei suoi doveri) badare al pranzo del bimbo, ed il bimbo deve assolutamente stare seduto sulle sedioline insieme a tutti gli altri. Ok penso di aver riportato il tutto, c'ho appena parlato e siccome non so se siete in fase di doccia, cena, nanna evito di telefonare e leggerai domattina. Fossi in te però una chiacchiera con chi dirige il nido la farei.
grazie Mora mia.

Effettivamente la cosa di "isolarlo" anche se vicino a gli altri bimbi, mi preoccupava un pochino...e tu con questo post hai confermato le mie preoccupazioni.

Parlare con chi dirige il nido? lo faccio ogni mattina, ogni pomeriggio.....sono quattro socie alla pari di una cooperativa, sono proprio quelle che ci lavorano dentro, anche le due che ho nominato sono due socie...
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

probabilmente tra nido e materna le cose cambiano, perchè da noi il menù varia solo se è un certificato medico a dirlo.

Sarà che è capitato che certi genitori dicessero di non dare ai bimbi certi alimenti solo perchè non piacevano. Che poi magari a scuola con tutti gli altri lo mangiano.

Quindi hanno deciso di fare così. Però ad esempio so che c'è una bimba che sta provando a vedere se è allergica al glutine oppure no e senza certificato anche a scuola collaborano non dandole alimenti col glutine.

Un po' di elasticità,insomma, si cerca di venirsi incontro.

Hai riconosciuto il vestito! Brava! Ti meriti una giornata in quel di TV!! Hahahaha!! Grazie dei complimenti, troppo bbbuona!
Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

Mati-fra&so ha scritto:probabilmente tra nido e materna le cose cambiano, perchè da noi il menù varia solo se è un certificato medico a dirlo.

Sarà che è capitato che certi genitori dicessero di non dare ai bimbi certi alimenti solo perchè non piacevano. Che poi magari a scuola con tutti gli altri lo mangiano.

Quindi hanno deciso di fare così. Però ad esempio so che c'è una bimba che sta provando a vedere se è allergica al glutine oppure no e senza certificato anche a scuola collaborano non dandole alimenti col glutine.

Un po' di elasticità,insomma, si cerca di venirsi incontro.

Hai riconosciuto il vestito! Brava! Ti meriti una giornata in quel di TV!! Hahahaha!! Grazie dei complimenti, troppo bbbuona!
Infatti Fra, come dice tata Gisella con le intolleranze alimentari non si scherza! io ancora non so se sia davvero intollerante al pesce, di sicuro il suo corpo non lo digerisce bene....di questo son sicura.

ps. sicuramente sotto le feste un girino lo faccio...tieniti pronta da farmi da cicerona!!!! ;O)
Dilly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6079
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:21 pm

Messaggio da Dilly »

Non so quali siano i criteri Leni. Nei nidi comunali qui a Parma il certificati è obbligatorio per tutte le diete diversificate, anche quelle per motivi religiosi. Fa eccezione la dieta in bianco post astroenterite, ma solo per 3 giorni. Se per esempio il pediatra dice di mangiare in bianco per una settimana ci vuole il certificato.
Per via di isolare il bambino, noi ad esempio, non abbiamo i seggioloni in tutte le sezioni, ma solo in quella dei lattanti, quindi oltre che scorretto da un punto di vista educativo, sarebbe anche logisticamente impossibile. Siamo pagate (e si suppone anche che noi educatrici abbiamo una "vocazione") proprio per occuparci dei bambini che ci vengono affidati, in tutti i momenti della giornata la nido, mi sembra assurdo confinarne uno sul seggiolone per non dover perdere tempo a spiegargli che non deve mangiare dal piatto degli altri.
Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

Dilly ha scritto:Non so quali siano i criteri Leni. Nei nidi comunali qui a Parma il certificati è obbligatorio per tutte le diete diversificate, anche quelle per motivi religiosi. Fa eccezione la dieta in bianco post astroenterite, ma solo per 3 giorni. Se per esempio il pediatra dice di mangiare in bianco per una settimana ci vuole il certificato.
Per via di isolare il bambino, noi ad esempio, non abbiamo i seggioloni in tutte le sezioni, ma solo in quella dei lattanti, quindi oltre che scorretto da un punto di vista educativo, sarebbe anche logisticamente impossibile. Siamo pagate (e si suppone anche che noi educatrici abbiamo una "vocazione") proprio per occuparci dei bambini che ci vengono affidati, in tutti i momenti della giornata la nido, mi sembra assurdo confinarne uno sul seggiolone per non dover perdere tempo a spiegargli che non deve mangiare dal piatto degli altri.
è bello sentire parlare così una educatrice...magari fossero tutte come te Dilly o come tata Gisella....

ed è anche rassicurante per noi mamme che ci siano persone come voi, che grazie alle vostre esperienze da educatrici corrette, ci aprite gli occhi alle ingiustizie da parte di altre educatrici verso i nostri figli.
Quindi se loro mi dicono che mettono Gabriele nel seggiolone io devo rifiutare che lo facciano vero??

Io non voglio allarmarmi troppo e nemmeno fare di questo episodio un capro espiatorio, ho sempre sostenuto la professionalità delle tate del nido dove va Gabriele, anche con altre mamme indignate per alcune cose.

...speriamo a gennaio ci sia la svolta positiva.
Avatar utente
la eli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5046
Iscritto il: lun set 28, 2009 12:03 pm
Contatta:

Messaggio da la eli »

Ogni nido privato o pubblico che sia dovrebbe essere dotato di un regolamento in cui, tra le varie cose, dovrebbe essere spiegato anche come comportarsi in casi come questo, ossia se è necessario o meno il certificato medico.
Ma non ve lo hanno mai dato? neanche fatto leggere?
in teoria dovrebbe essere sottoscritto dal genitore
Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

Messaggio da Titty »

la eli ha scritto:Ogni nido privato o pubblico che sia dovrebbe essere dotato di un regolamento in cui, tra le varie cose, dovrebbe essere spiegato anche come comportarsi in casi come questo, ossia se è necessario o meno il certificato medico.
Ma non ve lo hanno mai dato? neanche fatto leggere?
in teoria dovrebbe essere sottoscritto dal genitore
si il regolamento ce l'ho a casa, stasera vado a rivedermelo, sinceramente non ricordo tutto quello che ho sottoscritto.... :mumble:
Rispondi