ereditarietà tumore

Moda, tendenze e bellezza
erinmay
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5251
Iscritto il: mer set 25, 2013 5:13 pm

Messaggio da erinmay »

per la diagnosi precoce del cancro al colon retto l'unica è la rettocolonoscopia
va fatta dopo i 50 anni con una certa regolarità
se in famiglia ci sono più casi sarebbe bene abbassare l'età del primo controllo verso i 45 anni, e seguire una dieta preventiva ricca di fibre vegetali e povera (molto povera) di grassi animali.
Sono ancora in in fase di studio test genetici affidabili

per il cancro al seno oltre ad eco (al di sotto dei 35 anni) e mammografia (sopra il 35 anni) che dovrebbero effettuare tutte le donne almeno ogni due anni (meglio ogni anno) ci sono attualmente dei test genetici che vengono proposti alle familiari di donne affette da cancro al seno (geni BRCA1 e BRCA2). La procedura per accedere al test è però abbastanza complessa, NON è UNO SCREENING DI MASSA E NON VA INTERPRETATO COME TALE). Il test si esegue su un semplice prelievo di sangue da cui viene estratto il DNA per poter sequnziare il gene (BRCA1 o BRCA2 a seconda di quale dei due geni è stato trovato mutato nella paziente con il cancro al seno)


erinmay
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5251
Iscritto il: mer set 25, 2013 5:13 pm

Messaggio da erinmay »

per la diagnosi precoce del cancro al colon retto l'unica è la rettocolonoscopia
va fatta dopo i 50 anni con una certa regolarità
se in famiglia ci sono più casi sarebbe bene abbassare l'età del primo controllo verso i 45 anni, e seguire una dieta preventiva ricca di fibre vegetali e povera (molto povera) di grassi animali.
Sono ancora in in fase di studio test genetici affidabili

per il cancro al seno oltre ad eco (al di sotto dei 35 anni) e mammografia (sopra il 35 anni) che dovrebbero effettuare tutte le donne almeno ogni due anni (meglio ogni anno) ci sono attualmente dei test genetici che vengono proposti alle familiari di donne affette da cancro al seno (geni BRCA1 e BRCA2). La procedura per accedere al test è però abbastanza complessa, NON è UNO SCREENING DI MASSA E NON VA INTERPRETATO COME TALE). Il test si esegue su un semplice prelievo di sangue da cui viene estratto il DNA per poter sequnziare il gene (BRCA1 o BRCA2 a seconda di quale dei due geni è stato trovato mutato nella paziente con il cancro al seno)
Avatar utente
Lelia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3781
Iscritto il: ven lug 03, 2009 10:00 am

Messaggio da Lelia »

Erin-75 ha scritto:ci sono attualmente dei test genetici che vengono proposti alle familiari di donne affette da cancro al seno (geni BRCA1 e BRCA2). La procedura per accedere al test è però abbastanza complessa, NON è UNO SCREENING DI MASSA E NON VA INTERPRETATO COME TALE). Il test si esegue su un semplice prelievo di sangue da cui viene estratto il DNA per poter sequnziare il gene (BRCA1 o BRCA2 a seconda di quale dei due geni è stato trovato mutato nella paziente con il cancro al seno)
Ecco Fede, approfitto di te perché questo passaggio mi interessa, visto che purtroppo ho una familiarità importante per il cancro al seno.
Ho parlato con la mia ginecologa di questi test, lei mi ha detto che volendo potrei farli, però mi è sembrata abbastanza scettica. Oltretutto, nessuna delle mie tre parenti che hanno avuto questo tipo di cancro (mamma, zia e nonna) è più viva, e se ho capito bene la tua spiegazione bisogna effettuare il test sia sulla paziente con il cancro (cosa che nel mio caso sarebbe impossibile) sia sulla parente (che sarei io). In questo caso, cosa si può fare? A cosa servono, in concreto, questi test genetici?
Grazie mille!
nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Messaggio da nene70 »

mia sorella ed io data la grande ereditarietà di tumori all'utero e al seno, ogni anno,già dai venti,facciamo mammografia e pap test..
Rispondi