noimamme approssimative...

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
dani_73

Messaggio da dani_73 »

Io sono abastanza precisina, infatti, per le esperte di winx, mica per altro ho scelto tecna come avatar, e quindi cerco di organizzare l'organizzabile per cui controllo dal menù cosa mangia marta a scuola e di conseguenza mi organizzo per prepare la cena, per la nanna anch'io ho come limite le 21.30 perchè altrimenti la mattina dopo è un dramma farla uscire dal letto. Però devo dire che soprattutto ultimamente si abbiocca talmente velocemente che non c'è neppure bisogno della fiaba, si infila sotto le coperte e ronfa quasi all'istante. Per il resto la settimana si programma da sè nel senso che ci sono gli impegni extrascolastici (piscina due volte la settimana) per cui il resto (spesa, festicciole varie, visite ecc.) si infila nei restanti giorni. Perònon programmo quando:
farò partire la lavatrice, quella va quasi tutti i giorni e dipende da quanta roba non sta più nel cestone,
stirerò, anche li dipende da quanto è alta la pigna della roba che richiede lo stiro, se mi arriva alle spalle OK mi ci metto
pulirò la casa, se si vedono briciole in cucina si passa l'aspirapolvere (unico discorso a parte sono i bagni, su quelli non transigo).
Per il resto, uscite, cene e amici quando arrivano arrivano e non si fanno aspettare, tutto il resto passa in secondo piano.



Avatar utente
Daria
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6327
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:36 pm

Messaggio da Daria »

lenina ha scritto:Ecco il punto importante è questo crollano.
magari cercando di dire no ma poi crollano.

E allora è sicuramente giusto e fondamentale prepararli per la nanna a quell'ora (si sa che se si passa l'ora giusta il sonno passa)

Ma quello che mi chiedo io è: e se il bambino NON crolla, se si tratta di un bambino (e ci sono) che ha bisogno invece che di 11 ore di sonno di 9.

Alla fine ci si adatta? o è lui che deve adattarsi ai bisogni degli altri bambini?

Credo che tutto debba essere basato sull'individuo con cui si ha a che fare in questo modo sicuramente non si sbaglia.

A patto che effettivamente il bambino sia riposato la mattina e si svegli senza troppe difficoltà, se no calcolato che si parla comunque di bimbi già più grandini bisogna parlarne e vedere magari di mezz'ora a sera di anticipare l'orario della nanna.
guarda e' naturale e fisiologico che ogni bambino abbia i suoi ritmi e bisogno delle sue ore di sonno, chi ne necessita' di piu' e chi di meno, Damiano gia' da piccolo non dormiva niente , a due anni aveva tolto il pisolo del pomeriggio, la sera andava a letto alle 22 e non rimaneva nervoso o altro, Enea al pari dormiva la mattina il pomeriggio e alle 20 crollava..Una mia amica con un bimbo in eta' di materna, la sera gli permtte di girovagare tra camera dal letto dei genitori, camera da letto sua e divano in sala, con tele rigorosamente accesa e aspettano che da qualche parti crolli e si addormenti, questo puo' succedere anche alle 23 di sera, a me questa sembra una bruttissima abitudine sia per il bimbo che per i genitori, e il bambino comunque e' sempre nervoso e snervato, come se quel sonno gli mancasse, in questo caso secondo me bisogna intervenire con rigidita'

Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

oddio, siamo uguali. Sveva merenda non la fa quasi mai a meno che non la faccia io perchè mi dimentico di comprare cose adatte e di dargliela.

si ciuccia il limone con la buccia.

le dò pranzo quando capita e non sempre, cena quando mangiamo noi, bagnetto quando capita però non ha mai avuto una bolla o una crostina o un rossore, pelle stupenda (lavarli troppo per me fa male) e a parte faccia e mani e culetto il bagno completo si fa quando siamo comodi o a volte se c'è Mirko a casa la porto nella doccia con me.

Casa inguardabile anche se mi piacerebbe averla a posto ogni tanto er ogni tanto ci riesco.

A nanna si va quando capita, sennò dorme in braccio mentre guardo un film o qualcosa.

Eppure è felice e sempre sorridente.... vorrà dire che non sono poi così pessima :lol:

Arwen
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 30
Iscritto il: lun dic 14, 2009 3:59 pm

Messaggio da Arwen »

simo come non quotarti

Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

Simo* ha scritto:guarda e' naturale e fisiologico che ogni bambino abbia i suoi ritmi e bisogno delle sue ore di sonno, chi ne necessita' di piu' e chi di meno, Damiano gia' da piccolo non dormiva niente , a due anni aveva tolto il pisolo del pomeriggio, la sera andava a letto alle 22 e non rimaneva nervoso o altro, Enea al pari dormiva la mattina il pomeriggio e alle 20 crollava..Una mia amica con un bimbo in eta' di materna, la sera gli permtte di girovagare tra camera dal letto dei genitori, camera da letto sua e divano in sala, con tele rigorosamente accesa e aspettano che da qualche parti crolli e si addormenti, questo puo' succedere anche alle 23 di sera, a me questa sembra una bruttissima abitudine sia per il bimbo che per i genitori, e il bambino comunque e' sempre nervoso e snervato, come se quel sonno gli mancasse, in questo caso secondo me bisogna intervenire con rigidita'
ecco io concordo pienamente perchè secondo me vanno anche abituati ad andare a letto ad un orario gestibile anche per i genitori stessi.
Sarà che io sul dorimire sono sempre stata intransigente e riconosco che se ora è un'esigenza loro prima lo era anche per me, inamissibile che non avessi le mie ore di riposo serale :cisssss:

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Simo* ha scritto: in questo caso secondo me bisogna intervenire con rigidita'
intervenire sicuramente.
Ma non saprei se con rigidità.
Anzi forse bisognerebbe capire il perchè si arrivi ad un certo punto (la cosa migliore sarebbe prevenirlo come per il mangiare e i giochi a tavola) ma visto che ci si è arrivati (e non solo per colpa del bimbo) cercare di trovare una strada migliore per tutti senza però dover usare metodi rigidi (che possono peggiorare le cose)

Di base però sono dell'idea che si debba far attenzione a cogliere i segnali di stanchezza e "sfruttarli" perchè passati quelli poi è dura, io per esempio ho il crollo alle 23 e poi alle 24.

Se supero le 24 fatico ad addormentarmi.

Bisogna trovare il momento del bambino probabilmente (e se è il caso anticiparlo con lui di sera in sera di un pochino).

Approssimativi sì, ma le buone abitudini serali (luce bassa, silenzio e televisione spenta) migliorano il sonno di tutti non solo dei bambini.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Lella ha scritto:ecco io concordo pienamente perchè secondo me vanno anche abituati ad andare a letto ad un orario gestibile anche per i genitori stessi.
Sarà che io sul dorimire sono sempre stata intransigente e riconosco che se ora è un'esigenza loro prima lo era anche per me, inamissibile che non avessi le mie ore di riposo serale :cisssss:
Però Lella se un bimbo non dorme che fai?
Lo fai stare ore nel letto sveglio ogni sera perchè tu hai deciso che deve dormire a quell'ora?

Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

lenina ha scritto:Però Lella se un bimbo non dorme che fai?
Lo fai stare ore nel letto sveglio ogni sera perchè tu hai deciso che deve dormire a quell'ora?
E' questione di abitudine, ripeto, i miei non sono mai stati svegli nel letto, perchè si sono sempre addormentati presto, non credo sia un caso, due su due.
Quando arriva l'ora si va a letto e si dorme, coccole a carezze comprese, o fiaba se richiesta, questo quando erano piccini.

Rispondi