noimamme approssimative...

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Arwen
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 30
Iscritto il: lun dic 14, 2009 3:59 pm

Messaggio da Arwen »

lenina ha scritto:ma come si potrebbe conciliare una routina con per esempio un allattamento a richiesta?

Nella mia mente vedo la routine come una cosa innaturale, un'idea molto razionale, che non tiene conto però del fatto che i bambini sono razionali e istintivi.

Poi probabilmente se la routine viene impostata i bambini la seguono e rimangono disorientati se non lo fanno.

Però vedo anche altre mamme che come me non danno fin dall'inizio una routine ai bimbi e non mi sembra che questi ne patiscano.

Ho l'impressione che sia una scelta che dipende più dai bisogni del genitore, un genitore con una vita organizzata tenderà a dare una routine, uno approssimativo no e il bambino si adatterà probabilmente alla situazione.
che ti devo dire .... io non mi sento di imporre alle mie figlie il "mio volere" io vedo che se cenano a quell'ora e a quell'altra vanno a dormire la mattina sono riposate, sono serene, stanno bene ... ne mi sento una mamma despota ... anche a casa mia non credere che non ci siano serate all'insegna del caos, ma quando accadono noto che è perchè appunto o si è fatto tardi con la cena o con il sonno e si straniscono, soprattutto la piccola

l'allattamento per me è un lontano ricordo, perchè questa piccina è stata allattata pochissimo, però anche per la grande che è stata allattata per 13 mesi, andava a dormire presto prendendo il seno

ah in ultimo, le mie figlie non sono adattate a qualcosa, ma quel qualcosa è stato piano piano disegnato a loro misura in base alle loro esigenze, ai loro bisogni, perchè per me essere mamma significa venire sempre un attimo dopo rispetto a loro e rispetto a quello che a loro serve



Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

Simo* ha scritto:secondo me sono due cose diverse

io non sono approssimativa, io nella mia routine ho degli schemi mentali ben fissi e cerco di rispettarli per cui so cosa faro' da mangiare, cosa daro' a merenda, quando li mettero' a letto, quando li svegliero', quante ore hanno dormito, quando e' il giorno del bagnetto, se hanno fatto la cacca o no e cosi via, tutto cio' senza che diventi una fissa, se mi salta la cena, se ritardo l'ora della nanna, se viene qualcuno mentre sto mettendo i bimbi in vasca, rimando senza problemi, cosa che invece per molte donne che conosco diventa motivo di panico e frustazione

per quanto concerne invece il discorso del mandarino con la buccia o la cosa raccolta da terra e mangiata rientra secondo me nell'essere permissivi, nel lasciare liberta' ai bambini e non tenerli sotto controllo e reprimerli, per questo io sono una mamma che non guarda quello che fanno, gli da massima liberta' e non ha paura si facciano male, mandino giu' qualcosa, ingioino una caramella con la carta
ecco quoto tutta SImona, che in questo credo mi somiglia molto.
Anch'io sono molto esay su alcuni aspetti, tipo il gioco dei bambini, lasciarli fare in casa, ecc.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Lella ha scritto: Sul sonno però non è una mia esigenza o bisogno, resta oggettivamente un'esigenza loro.
che il sonno sia un esigenza loro ne sono convinta.
è sull'orario rigido e deciso che ho dei dubbi.

Nel senso che sono convinta che basti un orario medio che mantenga il bilanciamento delle ore di sonno buono se per 4 notti di fila si dorme poco si è stanchi per forza, ma se una notte si dorme un po' meno e quella dopo un po' di più il sonno si bilancia.

Probabilmente anche questo dipende da persona a persona e da bimbo a bimbo, Lorenzo per esempio ha un bilanciamento del sonno ottimo (per ora) esattamente come lo avevo io da bambina)

Avatar utente
Gabry
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3988
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:50 pm

Messaggio da Gabry »

Guarda ti leggevo e mentalmente ti stavo mandando a quel paese perché mi descrivevi in pieno e mi sembrava di leggere disapprovazione tra le righe ahahahha io sono così, e mia madre mi tortura perché il mio opposto e me ne dice di ogni. L'ultima è che le sedie di stoffa del mio soggiorno sono piene di patacche perchè i miei figli non usano il bavaglino (pietro sì) ma1) come faccio a metterlo a due bambine di 4 e 5 anni? 2) se il cibo cade sulla sedia non è che il bavaglino può far nulla, eh?

Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

lenina ha scritto:Questo per forza, ma io credo che per noi sarebbe difficile accorgersene.
Per capire se un bimbo sta meglio con o senza routine bisognerebbe prima di tutto impostarla una routine e riuscire a seguirla.
Se nella non-routine Lorenzo desse segni di disagio, sono sicura che proveresti a impostarla.
Si va per tentativi, no?
Se i nostri stanno bene così non c'è ragione di tentare :lol:
Io però anche da piccola mi regolavo bene e non crollavo mai.
Magari una sera andavo a letto più tardi, ma la sera dopo anticipavo senza bisogno di avere un orario per la nanna.

Mi sono sempre molto autoregolata per il sonno e mi sembra che Lorenzo faccia lo stesso per ora.
Fino a prova contraria, se i vostri pro/contro sono regolati così, ok! ;)
Io non mi vergogno a confessare che con alex e fede in giro fino alle 23 potrei soccombere, ed è un contro molto forte, al di là della logica ahahah! (che secondo me però per le elementari ha davvero un senso)

Ma statisticamente ti segnalo la prova contraria degli anni di insegnamento dei miei genitori: quasi sempre bambini stanchi in classe erano bambini che non dormivano, con genitori lassisti sull'ora della nanna e nessuna capacità di regolarsi.

Arwen
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 30
Iscritto il: lun dic 14, 2009 3:59 pm

Messaggio da Arwen »

lenina ha scritto:Questo per forza, ma io credo che per noi sarebbe difficile accorgersene.
Per capire se un bimbo sta meglio con o senza routine bisognerebbe prima di tutto impostarla una routine e riuscire a seguirla.
non sono d'accordo, non è il bambino nervoso che ti porta ad avere una routine per rasserenarlo, è che certe abitudini (che per me sono sane, perchè non esiste che un bambino che va a scuola stia in giro per casa fino alle 11 di sera) rasserenano a prescindere

questo ovvio è il mio pensiero, avallato dal fatto che per il momento a casa mia funziona :happy:

Dona

Messaggio da Dona »

Rie ha scritto:Se nella non-routine Lorenzo desse segni di disagio, sono sicura che proveresti a impostarla.
Si va per tentativi, no?
Se i nostri stanno bene così non c'è ragione di tentare :lol:


Fino a prova contraria, se i vostri pro/contro sono regolati così, ok! ;)
Io non mi vergogno a confessare che con alex e fede in giro fino alle 23 potrei soccombere, ed è un contro molto forte, al di là della logica ahahah! (che secondo me però per le elementari ha davvero un senso)

Ma statisticamente ti segnalo la prova contraria degli anni di insegnamento dei miei genitori: quasi sempre bambini stanchi in classe erano bambini che non dormivano, con genitori lassisti sull'ora della nanna e nessuna capacità di regolarsi.

Ecco mo sto in crisi.
ahahah
Tocca innescare la modalità generalessa on anche su questo.
ahahah

Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

Io credo che la questione nanna dipenda praticamente solo da come sono i nostri bambini.

Credo che non avrebbe senso mettere a letto un bambino alle 21 "perché deve dormire abbastanza per la scuola" se poi comunque fino alle 23 non si addormenta mai perché è troppo sveglio.
Allora tanto vale farlo comunque restare sveglio fino a quell'ora se non c'è modo che tenga di farlo dormire (e stare 2 ore svegli al buio nel letto non è certo simpatico).

Al contempo, con i bambini che si addormentano sempre più o meno alla stessa ora perché hanno sonno, è "facile" dargli un orario perché sono loro stessi che lo richiedono di carattere.

Io con Arianna cerco sempre di metterla a letto verso le 20, perché crolla, ma ci sono le volte che purtroppo fa un riposino alle 14 di una sola mezzora e quindi alle 18 si addormenta per un'oretta, e così tiriamo fino alle 22 (con grande arrabbiatura mia, che a quell'ora son costretta dal sonno ad andare a dormire senza essermi goduta neanche un minuto della serata) perché non c'è verso di farla addormentare se non ha sonno.

Rispondi