giornata del cavolo

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Eve
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1554
Iscritto il: mar mag 26, 2009 2:44 pm

Messaggio da Eve »

quindi vuol dire che sono proprio io ad essere stanca? non che avessi dei dubbi in merito.
ma continuo con le domande.
è in piedi sul seggiolone, quindi vuol dire che non ha più fame. voi la mettete per terra e lei/lui non dice niente? caspita, solo Irene piange? non ci credo.
se invece piange cosa fate? a me magari capita di prenderla in braccio o va da suo padre ma se la rimetto sul seggiolone e lei si rimette in piedi e magari sale sul tavolo? io la rimetto per terra e si ricominicia. magari riesco a distrarla con qualcos'altro, ma non è detto. adesso non voglio che pensiate che sia sempre così perchè non lo è. vorrei solo capire come risolvete la situazione.


emanuela1977

Messaggio da emanuela1977 »

Sicuramente hai avuto una giornata un po' pesante. Ieri anche mia figlia ha avuto una giornata storta. Anche se ha 3 anni e dovrebbe cominciare a capire è sempre più capricciosa e se vuole qualcosa piange e strilla finchè non la ottiene (dai suoi nonni in primis e da suo padre dopo). Insomma passo da quella cattiva. Io la lascio piangere finchè non si calma perchè deve cominciare a capire che se dico no è no. In altre occasioni tendiamo a distrarla con qualcos'altro e non sempre funziona. Comunque devo contare anch'io fino a 10 e portare tantissima pazienza.
Ciao
emanuela
Eve
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1554
Iscritto il: mar mag 26, 2009 2:44 pm

Messaggio da Eve »

le ho già detto un mucchio di volte con le buone e qualche volta con le cattive, di non mordere. e lei ogni tot giorni, mi morde. che poi con quei dentini affilati fa davvero male perchè non sa che ad un certo punto deve fermarsi. lo so che per lei è un gioco, oggi stavamo giocando divertendoci come matte e alla fine ci ha aggiunto il morso, e lì io devo proprio trattenermi e pensare che per lei è un gioco. ma come devo fare a farglielo capire?
io sono contentissima di riuscire a "trattenermi" perchè, come detto all'inizio, sono cresciuta a pane stracchino e calci nel c..o, ma so che cosa ho passato e non voglio assolutamente farlo passare a lei. ma essendo cresciuta in quel modo mi rendo conto che mi viene purtroppo spontaneo.
e mi arrabbio con me stessa (e con mio padre) perchè non voglio che sia così.
scrivendo mi rendo conto che il problema sono io e non lei. ma le situazioni comunque capitano come fare a risolverle?
come fate a spiegare ai vostri bambini che non bisogna mordere nè mamma (che è tanto delicata :cisssss: ), nè papà, nè i bimbi all'asilo (non so se li morde ma magari l'ha visto fare ad altri)?
e poi, come faccio a cambiare io in modo da non rovinare il rapporto già sul nascere? che poi lo vedo che al momento non ho compromesso niente, però sto in ansia.

P.S. il mio "gliel'ho detto con le cattive" non implica mai le mani ma la voce grossa, ma tanto non serve neanche quella. forse la alzo troppo spesso :cry: .

quanti se e quanti ma... ma non potrebbero mettere il libretto di istruzioni direttamente nella pancia insieme al bimbo? prima il libretto e poi il bimbo
Rispondi