Sono triste

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
Lelia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3781
Iscritto il: ven lug 03, 2009 10:00 am

Messaggio da Lelia »

Cabopino ha scritto:Vorrei che capisse che uno non deve stare a dieta per la vita, ma solo per un periodo. però non è che appena smessa la dieta puoi ricominciare come prima. Uno sgarro certo, li facciamo tutti (e io li faccio con lui), ma lui poi lascia perdere del tutto...
Non sono molto d'accordo con te su questo passaggio. Lui deve assumere delle abitudini alimentari corrette che deve poi applicare sempre, assolutamente non solo per il periodo della dieta perché altrimenti dopo pochi mesi si ritrova punto e a capo. Cmq qualsiasi dietologo serio ti dà prima la dieta e poi, una volta raggiunto l'obiettivo, una dieta di mantenimento da seguire, in teoria, per sempre. Ovvio che nel mantenimento ci stanno anche gli sgarri, ma se si sa che si tende ad ingrassare facilmente gli sgarri andrebbero limitati.
Cmq io ora sono a dieta e cucino esattamente le stesse cose per me è per il mio compagno, solo che ovviamente lui mangia quantità più abbondanti, e se vuole fa qualche sgarro in più di me. In teoria una dieta equilibrata può essere seguita da tutta la famiglia, anche se ovviamente chi non è a dieta può mangiare quantità libere. Non capisco bene perché per lui devi cucinare diverso.



ilfo

Messaggio da ilfo »

intanto quoto Lelia su tutto, poi aggiungo che se volete davvero mangaire sano (entrambi sennò non funziona nemmeno per lui) cercate innanzitutto di fare una spesa sana, cioè non comprate schifezze al supermercato. Fatevi una lista di cose fresche e sane e rispettatela.
Se non le comprate non le mangiate neppure no?

Cabopino
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1165
Iscritto il: gio ago 20, 2009 9:45 am

Messaggio da Cabopino »

Lelia ha scritto:Non sono molto d'accordo con te su questo passaggio. Lui deve assumere delle abitudini alimentari corrette che deve poi applicare sempre, assolutamente non solo per il periodo della dieta perché altrimenti dopo pochi mesi si ritrova punto e a capo. Cmq qualsiasi dietologo serio ti dà prima la dieta e poi, una volta raggiunto l'obiettivo, una dieta di mantenimento da seguire, in teoria, per sempre. Ovvio che nel mantenimento ci stanno anche gli sgarri, ma se si sa che si tende ad ingrassare facilmente gli sgarri andrebbero limitati.
Cmq io ora sono a dieta e cucino esattamente le stesse cose per me è per il mio compagno, solo che ovviamente lui mangia quantità più abbondanti, e se vuole fa qualche sgarro in più di me. In teoria una dieta equilibrata può essere seguita da tutta la famiglia, anche se ovviamente chi non è a dieta può mangiare quantità libere. Non capisco bene perché per lui devi cucinare diverso.
Scrivendo di corsa, mi sono espressa male, ma intendevo dire esattamente quello che hai scritto tu. Certo che uno deve seguire un mantenimento... peccato che quando si tratta di iniziare il matenimneto lui invece ricomincia le abitudini sbagliate... Il problema di dover cucinare cose diverse sta nel fatto che entrambi a pranzo mangiamo fuori, in mensa. Lui, in base alla sua dieta, ha il secondo e a cena solo il primo con contorno. Io invece in mensa prendo quasi sempre il primo e così a casa mangio il secondo (anche perchè da sempre, ma sopratutto ora, devo mangiare abbastanza carne essendo anemica). ecco perchè il + delle volte mangiamo diveramente.

Cabopino
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1165
Iscritto il: gio ago 20, 2009 9:45 am

Messaggio da Cabopino »

ilfo ha scritto:intanto quoto Lelia su tutto, poi aggiungo che se volete davvero mangaire sano (entrambi sennò non funziona nemmeno per lui) cercate innanzitutto di fare una spesa sana, cioè non comprate schifezze al supermercato. Fatevi una lista di cose fresche e sane e rispettatela.
Se non le comprate non le mangiate neppure no?
guarda ti assicuro che io non compro schifezze! anzi lotto contro di lui e i miei suoceri che, quando io non ci sono, comprano a Martina solo caramelle e cioccolata! e io mi imbufalisco come poche!
lui però le mangia in giro o comunque fa abbinamenti sbagliatissimi... per esempio, ieri eravamo a pranzo dai miei e c'era la polenta. Lui voleva mangiare la polenta con il pane con la scusa che c'era lo spezzatino... e di sera a casa nostra ha mangiato la pizza. Ora non era meglio evitarla e magari mangiare un po' più leggero? Sono queste le cose che non capisco...
e che mi fanno innervosire. se tu dici e vuoi far credere che sei a dieta, quando mangi fuori fai un'eccezione, ma appena torni a casa devi tornare alle tue sane e buone abutini!
Comunque mi spiace perchè il tutto sta cadendo sul dicscrso del cibo, ma non era questo il mio intento nello scrivere questo post.
Io mi sento sì presa in giro su questo punto perchè sono quasi 8 anni che andiamo avanti così, ma la cosa + brutta è accorgermi che in fodno non parliamo che del suo lavoro o di cosa fare... mi sento sola e non capita :cry:

losbanos

Messaggio da losbanos »

Io penso che tuo marito, ora come ora, abbia soprattutto un problema con se stesso e da lì riversa sul cibo e su di te. Gli squilibri alimentari sovente sono indice di malessere, insofferenza, infelicità... il fatto che mangia da solo, di nascosto, mi fa pensare che si sente in colpa... ha bisogno di aiuto, stagli vicino, non rimproverarlo e parlagli apertamente, digli che tu sei lì per aiutarlo ma che dev'essere lui a fare il primo passo.
Infatti è lui a dover intervenire su di sé, magari con l'aiuto di un terapeuta.

Rispondi