Apermus e omeopatia per il travaglio

...linee, punti, sfere, in essere e in divenire
Avatar utente
Solange
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 9213
Iscritto il: mar nov 06, 2007 3:18 pm
Contatta:

Messaggio da Solange »

Io per indurre il parto avevo preso Follicolinum 30 ch tubo monodose il giorno dopo lo scollamento delle membrane visto che non succedeva niente. Il giorno doopo ho partorito.

Però io volevo evitarmi l'induzione (poi la stronza mi ha messo lo stesso ossitocina in vena ma vabbè) e le ho tentate tutte, hanno funzionato.

Magari segnatelo se dovessi andare per le lunghe.

E Arnica 200 tubo monodose da prendere immediatamente dopo il parto, a me ha aiutato nella fase in cui tremavo ed ero un po' confusa e dolorante là sotto, mi ha fatto bene.


Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

Aggiorno con un copincolla da donnaok.it, interessantissimo articolo sull'omeopatia analgesica per il parto e il post partum. Spero di non violare il copyright, ho citato la fonte e messo il link all'articolo orginale.



REPARAZIONE AL PARTO NELL'ULTIMA PARTE DI GRAVIDANZA
Indicazioni:
agevolazione del parto.
Con l' Omeopatia si possono avere risultati sorprendenti!
Innanzitutto sarà molto difficile che il parto si farà attendere oltre il termine, anzi oserei dire che sarà molto puntuale; il travaglio sarà molto breve e le spinte molto efficaci.
Ci sono varie tecniche preparatorie dal punto di vista omeopatico e una delle tante si basa su Apermus:
APERMUS è un rimedio omeopatico a 3 componenti che viene utilizzato per la preparazione del parto eutocico perché stimola l'apertura spontanea del collo dell'utero (riducendo il travaglio) per i suoi componenti ha un'azione sull'utero favorendo le contrazioni, la dilatazione, diminuendo i dolori e migliorando l'efficacia delle spinte; sui legamenti delle ossa del bacino rendendole più elastiche durante la dilatazione; favorisce l'espulsione della placenta e il recupero dopo il parto aiuta il bambino a bene impegnarsi nel canale del parto favorendone il rivolgimento.
Pulsatilla agisce in particolare sul sistema ovarico-adenocorticale; è utile nel caso di doglie troppo deboli, spasmodiche o bloccate ed aiuta ad eliminare le posizioni trasversali del bambino.
Caulophyllum agisce sull'apparato uterino, quando questo è privo di tonicità; è utile durante il parto quando le doglie sono insufficienti, brevi, irregolari e spastiche e la paziente è esaurita ed irritabile.
Cimicifuga agisce sulla rigidità della bocca vaginale.
Quindi le caratteristiche di APERMUS sono soprattutto la particolare azione nel preparare i tessuti al momento del parto e la sicurezza di non interferire negli individuali e fisiologici tempi di gestazione.
Si possono assumere a partire dalla 32^-35^ settimana di gestazione fino al momento del parto.

Le dosi
In Omeopatia è molto più importante la frequenza che la quantità, nel senso che dieci granuli non sono più efficaci di 5 granuli.
Sono consigliati 5 globuli sciolti sotto la lingua 3 volte al giorno lontano dai pasti (mezz'ora prima o un'ora dopo) e da alimenti contenenti the, caffè e menta anche quella contenuta nel dentifricio e caramelle per dare il giusto segnale energetico all'organismo.
Nella fase acuta del parto 5 globuli ogni 15 minuti.
Si consiglia di non assumere il prodotto in caso di gravidanza non fisiologica oppure in concomitanza di trattamenti farmacologici come ad esempio tocolitici.
Se si abbina anche una tecnica di respirazione appropriata sicuramente non si manifesteranno nemmeno le classiche "petecchie"; e l’effetto analgesico sarà più intenso.

Dalla 37^38^settimana
- Apermus 5 granuli 3 volte al giorno ogni 8 ore circa.

Prima del parto
- Caulophillum LMK (due tubi dose)
Una dose da prendere sciolta sotto la lingua alla prima doglia, la seconda dopo due ore.
- Apermus 5 granuli ogni 15 minuti.

Dopo il parto
- Arnica CMK (un tubo dose) da prendere appena possibile
- Sepia composeè gocce
20 gocce tre volte al dì, per 10 gg. dopo il parto (queste due cose sfiammano e riducono i dolori dopo il parto)
(la sepia composeè si può usare anche per le mestruazioni dolorose)

Per migliorare l'umore e favorire la calma
- gelsemium 30 CH
3 granuli da ripetere quando se ne sente il bisogno

Il travaglio di parto viene considerato una condizione acuta, perciò il rimedio deve agire rapidamente e dev’essere possibile ripeterne frequentemente l’assunzione, anche ogni 15 minuti, quindi la maggior parte dei rimedi consigliati hanno diluizioni alla 200 C:

Caulophyllum: utile quando le contrazioni sono convulse e inefficaci, la cervice molto rigida e non si dilata. Utile anche quando la partoriente è molto stanca e debole e quando è molto sensibile al freddo.

Pulsatilla: per quelle contrazioni che iniziano e poi non continuano o sono inefficaci. Quando la donna è scoraggiata, piange, è molto assetata e debole e quando ha bisogno di attenzioni particolari.

Kali carbonicum 30: efficace contro i dolori in zona lombo-sacrale, al sedere e alle cosce. Utile anche quando la partoriente è sudata, debole, ansiosa e irritata, oppure quando ha mal di testa. E’ un rimedio che va ripetuto frequentemente.

Chamomilla: quando la donna è arrabbiata o molto irritabile, insofferente alle contrazioni o alle visite in travaglio, quando sbraita e agita le mani e vorrebbe picchiare qualcuno. Utile anche quando le contrazioni sembrano spingere il bambino verso l’alto piuttosto che verso il basso o quando la donna soffre di dolori alle cosce.

Cimicifuga: per la partoriente spaventata e disperata, quando non riesce a mantenere l’autocontrollo, non riesce a rilassarsi, è ipercinetica e parla molto. Utile anche quando il dolore delle contrazioni viene percepito più lieve sul fianco sinistro.

Sepia: quando il travaglio è violento, la donna irritabile, facile al pianto o indifferente, ma anche quando prova l’impulso di mordere qualcuno.

Aconite 30: per futuri papà e future mamme molto spaventati in travaglio.

Arnica 30: il rimedio contro lo shock, riduce il dolore e l’infiammazione. Dopo il parto previene le emorragie e l’infiammazione

Hypericum 30: promuove il senso di benessere e aiuta a prevenire i danni ai tessuti

Naturm Muriaticum: per i dolori in zona lombo-sacrale, quando la donna si sente inibita, arrabbiata od ostacolata

Gelsenium: contro mal di schiena e debolezza

Nux vomica: quando ogni contrazione dà alla donna la sensazione di fare pipì o il bisogno di andare di corpo. Il dolore è in zona lombare e il collo uterino è rigido. La donna è ipersensibile e irritata. La contrazioni possono essere insufficienti.

Avatar utente
franceschina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1678
Iscritto il: lun apr 20, 2009 1:22 pm

Messaggio da franceschina »

Cara Lupina,

io mi sono preparata da 3 settimane prima prendendo:

- Caulophyllum 5CH 2 granuli 2 volte a settimana
- Arnica Montana 5CH 2 granuli 2 volte a settimana
- Actea Racemosa 5CH 2 granuli 2 volte a settimana
- Colocynthis 5CH 2 granuli 1 volte a settimana

Durante il travaglio, ogni due ore alternavo:

- Caulophyllum 5CH 2 granuli
- Arnica Montana 5CH 2 granuli
- Actea Racemosa 5CH 2 granuli

Appena partorito:

- Arnica 200CH

Il travaglio VERO è durato due ore scarse e non facevano altro che ripetermi come fosse morbido il mio collo dell'utero... :-)

Francesca
Avatar utente
Magui
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1424
Iscritto il: dom dic 21, 2008 9:00 pm

Messaggio da Magui »

Apermus preso dalla 32esima settimana (nsisa mai) ne prendevo 30 globuli al giorno, l'ostetrica aveva detto divisi in due-3 volte durante la giornata.
Sparato nano in un'ora e mezzo di spinte E-F-F-I-C-A-C-I-S-S-I-M-E.

Mi trovo contenta. :cisssss:

Dovrò stare attenta al prossimo figliolo di non farlo nella doccia, come una mia vicina di stanza all'ospedale. :sticazzi:
Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

Sulla posologia ci sono pareri discordanti.
Scopriremolo!
Avatar utente
michimatti
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 659
Iscritto il: mer mag 20, 2009 4:19 pm

Messaggio da michimatti »

Io l'avevo iniziato alla 32esima settimana, prendevo 20 granuli al giorno.

A me però non ha fatto niente, parto indotto alla 42esima settimana con introduzione del "pess" (credo si chiami così) e poi flebo di ossitocina. 15 ore di travaglio.
Avatar utente
Babina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4102
Iscritto il: gio feb 19, 2009 12:21 pm

Messaggio da Babina »

Grazie Lupina, dal momento che ignoravo completamente l'esistenza di questi prodotti e mi interessano moltissimo, ho preso nota di tutto, per far parte anch'io del club!
Moooolto utile, grazie ancora! :ok:
Avatar utente
ginger
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2829
Iscritto il: mer ott 14, 2009 8:27 pm

Messaggio da ginger »

Interessantissimo
intanto prendo nota
Rispondi