mi risponde

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
dani69

Messaggio da dani69 »

Nat ha scritto:forse mi sono spiegata male
ma fondamentalmente volevo dire che spesso noi mamme facciamo passare per educazione delle "paturnie" personali (ognuno ha le sue)
mi viene in mente (sono un pò di parte eh eh eh) la questione ordine e pulizia,
tipo stabilire che un bimbo di 5 anni debba giocare senza sporcarsi... e cazzate del genere
hahahaa..nat io avevo inteso che vi è una educazione come dire dettata dal giusto rigore...e una dall'apparire...quella diciamo di forma..hahaah non avevo capito una cippalippa, scusa..
pero' è un concetto vero per molti...anche se non lo hai detto...hahahahahh


Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

Nat ha scritto:forse mi sono spiegata male
ma fondamentalmente volevo dire che spesso noi mamme facciamo passare per educazione delle "paturnie" personali (ognuno ha le sue)
mi viene in mente (sono un pò di parte eh eh eh) la questione ordine e pulizia,
tipo stabilire che un bimbo di 5 anni debba giocare senza sporcarsi... e cazzate del genere
No, dai, si DEVE distinguere l'educazione dalle paturnie!
Sempre restando a tavola, personalmente ho una specie di fobia per le briciole, ma non la considero una cosa da censurare se uno dei bimbi gioca con le briciole. Delego Gianluca alla cura delle schifezze sbriciolose, cerco di non guardare, o se proprio non ne posso più faccio presente che non è una cosa sbagliata ma la mamma sta schiattando :lol:

Sul bimbo che gioca e si sporca o non riordina già sai, ma la tolleranza lì dipende molto dallo stile dell'intera famiglia!
Avatar utente
Nat
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6237
Iscritto il: sab dic 16, 2006 12:38 pm

Messaggio da Nat »

dani69 ha scritto:hahahaa..nat io avevo inteso che vi è una educazione come dire dettata dal giusto rigore...e una dall'apparire...quella diciamo di forma..hahaah non avevo capito una cippalippa, scusa..
pero' è un concetto vero per molti...anche se non lo hai detto...hahahahahh
sai che non ho capito :ahahaha:

quale sarebbe quella di forma?
secondo questo tuo ragionamento che doveva essere il mio :ahahaha:

Rie ha scritto:No, dai, si DEVE distinguere l'educazione dalle paturnie!
Sempre restando a tavola, personalmente ho una specie di fobia per le briciole, ma non la considero una cosa da censurare se uno dei bimbi gioca con le briciole. Delego Gianluca alla cura delle schifezze sbriciolose, cerco di non guardare, o se proprio non ne posso più faccio presente che non è una cosa sbagliata ma la mamma sta schiattando :lol:

Sul bimbo che gioca e si sporca o non riordina già sai, ma la tolleranza lì dipende molto dallo stile dell'intera famiglia!
:ahahaha: :ahahaha:
che immagine sublime!
ho presente :ahahaha:

torna e ritorna il mio motto( me lo metto in firma:
sono una donna non sono una santa
oppure
sono una mamma non sono una santa


ps. mi è venuta la scemisia sorry!
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Rie ha scritto:Ecco, io di questo proprio non riesco a convincermi.

Faccio l'esempio pratico: nessuno di noi durante i pasti si sogna di stare con le ginocchia sulla tavola. Alex lo fa. L'esempio conta zero. Leggerezza/distrazione idem. Il ragionamento è contato poco più di zero. La sua risposta è stata: ma mamma io sto molto comodo così, non vedo perché non starci. A quel punto, per me, il metodo soft è chiuso.
Gli spiego che non si fa perché è maleducazione e glielo proibisco. Per giunta ripetutamente... solo negli ultimi tempi si sta adattando a non farlo: bontà sua ha imparato.
Quale altra soluzione avresti adottato, Lenina?
Non è per polemica, eh! E' per capire, così se me lo fa Federico l'anno prossimo sperimento un'altra strada :)
Parliamo sempre di bambini.
e soprattutto la cosa interessante è vedere cosa fanno quando in casa non sono secondo me.
Perchè è li che si vede se recepiscono l'insegnamento, molti bambini hanno atteggiamenti di "sfida" in casa e sono poi rigorosi quando sono da altri del tipo "mamma dice che prima di mangiare devo lavarmi le mani" quando a casa di solito la scena è "lo seguo per tutta la casa con il sapone".
Cosa fare non lo so, non mi ci sono trovata

In realtà non capisco neanche cosa intendi per "ginocchia sulla tavola" stai in ginocchio sulla sedia? Se si io l'avrei lasciato.
Appoggia le ginocchia al tavolo? Come fa a mangiare? Ma poi cosa significa proibirglielo che differenza c'è da ragionarci?
Cosa cambia da arrabbiarsi al fargli notare che non è una posizione adatta per stare a tavola quindi gli chiedi di mettersi seduto bene?
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

dani69 ha scritto: lenina io argomento il mio no....se non lo accetta..il suo non è un argomento..ma un capriccio...
quindi lui deve essere d'accordo con te.
Se lui non è d'accordo con te è perchè fa i capricci?

Non si sembra una frase democratica.
Molti dicono che in effetti l'educazione dei bambini non è democratica, io sono folle e vorrei che lo fosse.

Perchè se un bambino la pensa diversamente dagli adulti si dice sempre che fa un capriccio? :mumble:
dani69

Messaggio da dani69 »

Nat ha scritto:sai che non ho capito :ahahaha:

quale sarebbe quella di forma?
secondo questo tuo ragionamento che doveva essere il mio :ahahaha:
quella di forma è quella in cui i figli devono essere perfetti in pubblico e vengono mostrati come trofei...quella di genitori deficienti ...insomma...hahahhha
dani69

Messaggio da dani69 »

lenina ha scritto:quindi lui deve essere d'accordo con te.
Se lui non è d'accordo con te è perchè fa i capricci?

Non si sembra una frase democratica.
Molti dicono che in effetti l'educazione dei bambini non è democratica, io sono folle e vorrei che lo fosse.

Perchè se un bambino la pensa diversamente dagli adulti si dice sempre che fa un capriccio? :mumble:
leni' non è questione d'essere d'accordo con me...fortunatamente ho superato da tempo la fase capricci..
ma quand'era piu' piccolo si... impuntava.. come tutti i bimbi, credo...
se io dicevo qusta cosa non è possibile farla, comprarla, mangiarla, giocarci ecc ecc...il suo opporsi non era dettato da ragioni discutibili.....ma dal capriccio... di fare, comprare, giocare, mangiare, quella tal cosa...
è una reazione che chiamo... il rifiuto del no...
ma non c'è da discutere io sono l'adulta fra i due...

ma che vuol dire educazione democratica?
se lui vuol buttarsi giu' dal muro del parco...se gli dico.. no...non sono democratica perche' non lo lascio libero di rompersi una gamba?
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

dani69 ha scritto:leni' non è questione d'essere d'accordo con me...fortunatamente ho superato da tempo la fase capricci..
ma quand'era piu' piccolo si... impuntava.. come tutti i bimbi, credo...
se io dicevo qusta cosa non è possibile farla, comprarla, mangiarla, giocarci ecc ecc...il suo opporsi non era dettato da ragioni discutibili.....ma dal capriccio... di fare, comprare, giocare, mangiare, quella tal cosa...
è una reazione che chiamo... il rifiuto del no...
ma non c'è da discutere io sono l'adulta fra i due...
per te sono capricci, per me è una reazione ancora non bene controllata a un desiderio che non può essere soddisfatto.
ma che vuol dire educazione democratica?
se lui vuol buttarsi giu' dal muro del parco...se gli dico.. no...non sono democratica perche' non lo lascio libero di rompersi una gamba?
sui pericoli non si può essere democratiche dani, su molte altre cose sì
Rispondi