mi risponde

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Lupina ha scritto:Un'altra considerazione: a noi piace molto andare in giro. E per giro intendo andare fuori il week end, visitare posti, divertirci in giro insieme.
Certamente, vorremmo coinvolgere i nostri figli evitando di lasciarli a casa perchè si comportano come bestie.
Non pretendo un'educazione oxfordiana, ci mancherebbe, nessuno la pretende da un bambino di tre anni, e devo dire che già soltanto dando il buon esempio abbiamo ottenuto un buon risultato: Jacopo è abbastanza civilizzato. Però il sapersi UN MINIMO comportare (non si corre sui mezzi pubblici, non si scappa in mezzo alla strada, non si scende dal tram quando ci pare, non si mangia con le mani) è l'elemento base per poter godere del tempo libero e della reciproca compagnia.

A volte un pochino di addestramento è necessario. Senza far male a nessuno.
ma questo non lo negherei mai.
Sono cose necessarie per il vivere civile e per la propria e altrui incolumità (sai bene che se c'è un discorso sicurezza sono fin troppo rigida forse).
Correre in un ristorante non si può perchè si rischia di far cadere i camerieri.
Giocare sotto il tavolo quando si è stufi in fondo non è nulla di male.



Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

lenina ha scritto:ma questo non lo negherei mai.
Sono cose necessarie per il vivere civile e per la propria e altrui incolumità (sai bene che se c'è un discorso sicurezza sono fin troppo rigida forse).
Correre in un ristorante non si può perchè si rischia di far cadere i camerieri.
Giocare sotto il tavolo quando si è stufi in fondo non è nulla di male.

Non ho niente in contrario al giocare con le macchinine sul tavolo del ristorante, tantomeno il mangiare la pastasciutta a bocca aperta o togliersi le caccole per farmele vedere. Su queste cose soprassediamo tranquillamente, anzi, a volte ci scappa pure la risata.

Sul frugare nelle borse delle vicine di tavolo, ecco, su quello sono meno concorde...
Insomma io penso di essere abbastanza elastica.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Riguardo ad autorità e autorevolezza il confine è flebile e comunque dipende molto dal modo di vedere le cose.

Per me finchè si impone la regola senza spiegazioni siamo nel campo dell'autorità.

Nel momento in cui la regola viene interiorizzata e di conseguenza il genitore la fa rispettare in quanto regola necessaria entriamo nell'autorevolezza.

Ma è un confine che è dentro di noi, che poi a leggermi sembra che io a Lorenzo permetta di tutto ma non è così, le cose variano con l'età, però se è vero che lui è un bimbo tranquillo è anche vero che sa comprendere un no semplice e anche fare dei patti del tipo "prima di leggere il librino assieme ci si mette il pigiama"

Non è detto che li accetti magari urla "no ama ibo" o magari certe sere parte e va in camerina per farsi cambiare, però è evidente che li capisce.

Poi io nel campo dell'autorevolezza sono pessima su questo non ci sono dubbi, ma questo non significa che gli permetta di fare di tutto

(il discorso del libro nasce perchè la sera vuole leggere sul letto, so che si addormenta e quindi voglio che sia già cambiato)

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Lupina ha scritto:Non ho niente in contrario al giocare con le macchinine sul tavolo del ristorante, tantomeno il mangiare la pastasciutta a bocca aperta o togliersi le caccole per farmele vedere. Su queste cose soprassediamo tranquillamente, anzi, a volte ci scappa pure la risata.

Sul frugare nelle borse delle vicine di tavolo, ecco, su quello sono meno concorde...
Insomma io penso di essere abbastanza elastica.
Senza dubbi.
Ma io mica parlo solo con te :cisssss:

Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

Uffa Elena però che palle.
Sembrava che per una volta non fossimo d'accordo, ero tutta felice.
Sei deprimente. :hypnotised:

dani69

Messaggio da dani69 »

Lupina ha scritto:Ma infatti è giusto che un bambino a tre anni compiuti cominci pian piano a discernere quando e dove si può fare come ci pare e dove invece bisogna contenersi un po'.

Non è lo sculaccione che insegna, ma l'osservazione dei comportamenti altrui, l'interiorizzazzione, l'esternazione dei propri bisogni, l'ASCOLTO ATTIVO (lo scrivo grosso perchè ci sta dando dei risultati strepitosi), la discussione, il contenimento dei capricci, il ragionamento.

Per riallacciarmi a quello che spiegava Lenina prima, è vero, ci sono dei dogmi imprescindibili nella nostra infanzia, comportamenti che io chiamavo i COSI'-E-NON-SI-DISCUTE. In realtà, da adulta, mi sono resa conto che se avessero avuto tempo e voglia di spiegarmeli, li avrei capiti senza problemi.
Ed è quello che sto tentando di fare con mio figlio, a volte con successo, a volte meno. Non è detto che ottenga un risultato, ma ci provo.
certo dipende sempre dal bimbo..nicco ad esempio quand'era dell'eta' di tuo figlio (mi sembra passato un secolo) non faceva caso all'esempio...cioè non si accorgeva delle differenze comportamentali intorno a lui..escluse cose che riteneva "gravi"...credo che l'esempio abbia iniziato a viverlo come insegnamento da piu' grandino...e mi sono resa conto che, in lui, la percezione dell'esempio è cambiata nel crescere....come presa di coscienza dell'essere parte di un tutto...ed essendo figlio unico, ovviamente, quello che percepiva era un mondo concentrato su di lui..questa è una cosa che ho tentato di evitare il piu' possibile facendolo stare, sin da piccolissimo, con altri bambini..
il nido, in questo, è importantissimo...fa prendere atto al bambino che le sue esigenze possono non essere, in quel momento, prioritarie rispetto a quelle degli altri bambni... e anche qui si innesta il discorso dell'acquisizione delle "regole", secondo me...

Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

E' vero. La regola la acquisisci meglio se è una regola "di gruppo" che coinvolge tutti. Infatti nelle comunità tipo nidi e materne, lavarsi le mani prima di mangiare oppure mettere in ordine i propri giochi sono comportamenti assodati e comunemente accettati.

A casa è già diverso, purtroppo.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Lupina ha scritto:Uffa Elena però che palle.
Sembrava che per una volta non fossimo d'accordo, ero tutta felice.
Sei deprimente. :hypnotised:
ma noi discutiamo, però a parte che per qualche virgola siamo sempre d'accordo.

Siamo così attente da scansionare anche le virgole però :bacio:

Rispondi