ho paura della classe eterogenea

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Avatar utente
MANU_
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4340
Iscritto il: ven feb 23, 2007 3:49 pm

Messaggio da MANU_ »

Posso chiedervi se veramente c'è così tanta differenza tra pubblica e privata?
Perchè io non ho esperienza in merito, ho fatto fare a Giulia solo un anno
di nido comunale, e il trattamento era uguale allo statale, tranne che lì
pagavo 300 e svirgola euro.


Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm

Messaggio da emy »

secondo me non c'è molta differenza.
guarda mia nipote va dalle suore, scuola primaria, fa 4°, mia cognata paga un casino di soldi, ma trovo che non sia preparata scolasticamente come Bea di nene che va in una scuola pubblica dove manderò anche michael.
poi è vero dipende dal bambino, ma a mia nipote fanno fare il punto catenella tra una lezione e l'altra, non so se sia positivo, ma comunque retrò.
Avatar utente
Paola
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6945
Iscritto il: ven dic 15, 2006 12:06 pm

Messaggio da Paola »

MANU ha scritto:Posso chiedervi se veramente c'è così tanta differenza tra pubblica e privata?
Perchè io non ho esperienza in merito, ho fatto fare a Giulia solo un anno
di nido comunale, e il trattamento era uguale allo statale, tranne che lì
pagavo 300 e svirgola euro.
qui da noi c'è molta differenza e riguarda il numero dei docenti per classe (dalle suore o all'ente morale è un'unica insegnante che copre TUTTE le ore e solo per la mensa ci stanno degli assistenti) di conseguenza i programmi, i laboratori, le attività complementeri sono ridotte all'osso, inoltre anche le classi sono sovraffollate al limite massimo.

Non posso fare una critica a quelle scuole perché di fatto sopperiscono ad una carenza oggettiva della scuola statale e, aiutate dal comune perché ormai sono paritarie, hanno una retta pressoché simile, solo che sottopagano i docenti e danno loro pochi spazi per cordi di aggiornamento o preparazione dei laboratori o lezioni (visto che sono tutto il giorno a scuola) e per giunta sono spesso sottopagati.
Anche l'uso che fanno degli stagisti (per coprire le varie ore) francamente non mi piace.
pinnetta72

Messaggio da pinnetta72 »

le private vicino a me, hanno metodi educativi che io non approvo, per la preparazione scolastica son bravi però. alla pubblica del mio quartiere son brave maestre e buona preparazione.
lalla77

Messaggio da lalla77 »

Classe eterogenea per Arianna, ci soo tutte le età.
Arianna ha iniziato l'asilo a 2 anni e 10 mesi. La mattina le maestre seguono di più i più piccoli con attività per la loro età, il pomeriggio dalle 13.30 alle 15.30 i piccoli dormono (il1° anno) e quelli più grandi fanno attività.
Per ora, Arianna essendo un pò timida resta accanto alla maestra perchè il casino non le piace (le attività in comune: 108 bambini in salone ad esempio) ma sembra procedere abbastanza bene, infatti i più grandi aiutano i più piccoli per andare in bagno e per mangiare così un pò tutti si imparano a gestirsi.
Avatar utente
marika
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5165
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Messaggio da marika »

Anche i miei due sono in una classe eterogenea, ed io mi sono sempre trovata bene. Li dividono in base all'età quando fanno laboratori tipo psciomotricità, canto o (l'ultimo anno) inglese.
Vai tranquilla, le maestre sono lì apposta!
alemia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7117
Iscritto il: ven dic 15, 2006 5:08 pm

Messaggio da alemia »

marika ha scritto:. Li dividono in base all'età quando fanno laboratori tipo psciomotricità, canto o (l'ultimo anno) inglese.
Vai tranquilla, le maestre sono lì apposta!

i miei sono andati a scuola a due anni quasi e mezzo
claSSI omogenee
erano i più piccolini della classe, ma la differenza massima è di un anno

io preferisco le classi omogenee perchè le attività sono sempre mirate all'età
non riesco a capire cosa potrebbero fare in comune, diverso è il grado di preparazione e di partecipazione
annalisa svolge un programma e il topo ne svolge un altro completamente diverso per competenza specifiche dovute appunto alla differenza d'età

insieme stanno i bimbi che restano dopo il pranzo, e quanche volta il topo è voluto restare, ma assicuro che il "bullismo"(virgolettato, attenzione) c'era, i più grandetti prendono in giro i più piccini(soprattutto fra maschietti, fra femminucce il rapporto è diverso, ed anzi le piccoline sono ricercate perchè spesso giocano a mamma e figlia)

vero è che non ho esperienze diverse e quindi la mia è un opinione dovuta alla mia esperienza, ma mi sono trovata benissimo così

inoltre penso che se ti dedichi ad un gruppo di bimbi di tre anni e gli fai fare un attività adatta, come puoi contemporaneamente curare bene il gruppo di cinque anni?
e se quindi alla fine devono stare divisi per forza di cose,non è meglio lasciarli separati e stimolarli a seconda delle fasce d'età?
pinnetta72

Messaggio da pinnetta72 »

ho parlato con la mia vicina che manda la figlia li dall'asilo (ora è in seconda elementare). mi ha detto che si sta bene, le maestre sono buone, 20 22 bimbi al max, 2 maestre per sezione, a turno (8.30-13.00 11.00-16.00, quindi insieme per pranzo), 3 sezioni eterogenee, ma ben fatte. in fondo mia figlia avrebbe quasi 4 anni quindi si troverebbe con poca differenza con quelli di 5, anche se più vicina a quelli di 3). c'è da vederer come sono organizzati con le varie attività per età. domani chiedo. poi vi aggiorno.
Rispondi