I figli ci cambiano la vita?

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Ariale

Messaggio da Ariale »

Noi siamo nella prima categoria, ma con la differenza che non abbiamo cambiato moltissimo le nostre abitudini di vita. Eravamo "tranquilli" prima e lo siamo ora. Certo, prima si improvvisavano uscite all'ultimo minuto, ora non possiamo farlo nel caso in cui sappiamo che Arianna è vicina all'essere stanca oppure rientriamo se da segnali di stanchezza e sonno imminente e siamo fuori, ma in realtà non le viviamo come rinunce.
A me è stato detto da una persona e fatto sottintendere in continuazione che sono schiavizzata da mia figlia per altri motivi (allattamento, risvegli notturni, attaccamento a me,ecc.). Io non rispondo per il momento e attendo in silenzio che questa persona diventi madre. Perchè un figlio può cambiarti o meno la quotidianità, ma ti cambia anche molti punti di vista.



Avatar utente
Titty
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7884
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:46 am

io stò nel mezzo...

Messaggio da Titty »

non mi piace essere estremista :lol: sinceramente non mi sono mai fatta condizionare da mio figlio, ma nemmeno fregarmene dei suoi bisogni!

Ho sempre cercato di tenere il giusto equilibrio sia per noi come coppia sia per noi come famiglia...

Per le prime 4 settimane sono sempre stata tranquilla, l'unica cosa che ho fatto quando aveva 10 giorni è stata quella di unire tutti i miei più cari amici in una sola serata ( senza dover ricorrere a più sere e più stress sia per me che per il topo ) eravamo in 16 persone a casa mia....e lui ha reagito abbastanza bene.

A 30 giorni esatti, ho fatto la cena dei miei corsi di ballo ed eravamo 60 persone in una sala di un ristorante tutta per noi è stato come non averlo...ha sempre dormito.

Visto che era estate ( quasi ) ho iniziato a portarlo a sagre paesane, dove c'era musica per ballare ( non quella unz unz unz, ma latino americano ) naturalmente cercavo di non mettermi sotto le casse! lui? ha sempre dormito!!! nemmeno le bombe lo svegliavano!!!

Sono sempre stata fortunata perchè Gabriele non ha mai sofferto il fatto di essere tra la gente già così piccolo, io sono sempre stata serena di conseguenza lui è sempre stato sereno....( questo lo noto anche adesso che è più grandicello, non ha paura di stare con le persone, va con tutti...)

Da un paio di mesi ho dimezzato la mia mondanità perchè sinceramente mi trovavo meglio quando era piccolo che adesso.....cioè prima lui era tranquillo e si addormentava facilmente, adesso ha il sonno più leggero e se sente rumore fa fatica a tenere il ritmo del sonno.

Poi c'è anche il discorso che quando era piccolo stava nell'ovetto e l'ovetto lo staccavi dalla macchina e lo mettevi sul telaio....adesso lui è sul sedile della macchina e se si addormenta devi prenderlo e metterlo nel passeggino, uno stress per lui ma anche per noi....

Anche a me viene da pensare che alcune mie amiche con bimbii piccoli si rinchiudano in casa da eremiti e che dovrebbero uscire un pò di più...ma poi penso che ognuno di noi ha un modo proprio di crescerli ed è giusto lasciare che sia il genitore stesso a decidere cosa sia giusto o meno per un figlio....

JESSY75
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2333
Iscritto il: ven lug 31, 2009 2:24 pm

Messaggio da JESSY75 »

:tettonaesaurita:
mamititty ha scritto:
Poi c'è anche il discorso che quando era piccolo stava nell'ovetto e l'ovetto lo staccavi dalla macchina e lo mettevi sul telaio....adesso lui è sul sedile della macchina e se si addormenta devi prenderlo e metterlo nel passeggino, uno stress per lui ma anche per noi....

.
hai ragione adesso tra tutto c'e anche sto problema, poi se dorme si sveglia e poi chi lo tiene più!!!!!!più grandi sono più difficile è :cisssss: :cisssss: :cisssss:

Avatar utente
Fragolablu
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1154
Iscritto il: gio ott 25, 2007 5:27 pm

Messaggio da Fragolablu »

vavi ha scritto:Io non credo ne' che il figlio debba adattarsi alla vita dei genitori, ne' che i genitori debbano adattarsi alla vita del figlio.... penso che vada creata una nuova vita in tre, una cosa diversa che cerca di andare incontro alle esigenze di tutti.

Quoto Vavi.

Rispondi